Fumetti / “Inciso nel sangue”, per Bonelli il primo albo illustrato dal catanese Salvo Coniglione

0
67
Salvo Coniglione con Enzo Di Maria dei "Bonelliani Siculi"

 

Son passati due anni e mezzo da quando abbiamo dedicato un titolo in prima pagina alla presentazione di “Van

Salvo Coniglione con Enzo Di Maria (“Bonelliani Siculi”)

Helsing”, un fumetto horror gothic realizzato da una coppia catanese, Barbara Daniele ai testi e Salvo Coniglione ai disegni, e già allora prevedevamo una luminosa carriera per entrambi gli autori. Sotto l’amorevole spinta e l’incoraggiamento della moglie Barbara e l’affettuoso sostegno di Moreno Burattini, scrittore e curatore dell’amatissimo Zagor, il nostro Salvo ha realizzato uno dei principali sogni nel cassetto di ogni fumettista: disegnare un albo per Sergio Bonelli Editore, la maggior casa editrice di fumetti italiana, quella di Tex, Zagor appunto, Dylan Dog, Dampyr, Dragonero e tantissimi altri personaggi, per intenderci.

Salvo è infatti l’autore delle splendide tavole di “Inciso nel sangue”, albo n. 73 della collana “Le Storie”, una collana ideata da Mauro Marcheselli e curata dal preparatissimo Gianmaria Contro, che propone mensilmente raffinatissime storie autoconclusive di ogni genere, quelle che potrebbero chiamarsi graphic novels, romanzi a disegni, anche per questo molto apprezzati dai lettori.

In particolare, “Inciso nel sangue”, scritto da Emiliano Polo (pseudonimo che nasconde il trio Gianmarco Guazzo, Paolo Mancino e Francesco Tedeschi), è un intrigante giallo storico che parte dall’era contemporanea per tornare indietro fino al Cinquecento, ed ha per protagonista – oltre al metronotte Damiano Rei – Francesco

Coniglione dedica i suoi albi

Griffo, realmente esistito, incisore, stampatore e creatore del carattere tipografico che chiamiamo “corsivo italico”. La storia, complessa ma ben articolata, appassiona il lettore, e le tavole di Coniglione sono davvero splendide, soprattutto nella ricerca dei particolari in relazione ai costumi, alla Venezia dell’epoca ed a Bologna.

Il nostro amico etneo sta girando l’Italia per presentare ed autografare l’albo, ma un’emozione particolare è stato l’evento creato a Borghetto Europa di Catania dallo staff di Etna Comics (la più grande kermesse di fumetti, giochi e cultura pop del Meridione) e gli ormai storici amici Bonelliani Siculi, gruppo di appassionati nato quasi per gioco ma che ormai –con le decine di iniziative realizzate-  può dire la sua a pieno titolo in tema di fumetti, non solo Bonelli.

“Ovviamente non posso nascondere l’umana soddisfazione, ma non mi sono affatto montato la testa, ho affrontato con impegno e costanza questo lavoro e conto di ripetermi con la stessa umiltà per il prossimo, essendo ben consapevole che dovrò dare sempre di più”.

Tanto bravo quanto modesto. Come i grandi Artisti.

Mario Vitale

 

Print Friendly, PDF & Email