Giarre / Tre intense giornate per ricordare San Pio a 20 anni dalla beatificazione

Le feste dei Santi proclamano le meraviglie di Cristo nei suoi servi e propongono ai fedeli opportuni esempi da imitare” (S.C. 111)

Da sempre Giarre onora in modo speciale padre Pio da Pietrelcina, grazie alla presenza nel duomo  cittadino di un gruppo intitolato al Santo del Gargano che, con la guida ispirata e preziosa di Nerina Melita Rapisarda, per tantissimi anni ha organizzato nel centro ionico-etneo un raduno dei gruppi di preghiera che ha accolto pellegrini provenienti da tutta Sicilia ed anche da altre regioni.

Folla di fedeli a San Giovanni Rotondo

Il gruppo della signora Nerina, assistito dall’arciprete don Nino Russo, parroco della matrice di Giarre “S. Isidoro Agricola”, è pronto a festeggiare solennemente il 20° anniversario dalla beatificazione di San Pio, avvenuta il 2 maggio del 1999.

Il programma prevede un triduo di preparazione alla festa dal 20 al 22 settembre, giorni durante i quali sarà possibile visitare, nel salone della chiesa Madre, una mostra fotografica dedicata ai numerosi raduni regionali dei gruppi di preghiera ospitati a Giarre.

Nei giorni del triduo è prevista, alle ore 18, una meditazione su passi dell’Epistolario dello stigmatizzato pugliese; alle 18,30 la recita del S. Rosario e alle 19 la S. Messa celebrata dal parroco don Russo.

Nerina Melita Rapisarda a un raduno degli anni scorsi

Domenica 22, in particolare, dopo la celebrazione eucaristica, tutti i fedeli facenti parte dei gruppi di preghiera presenti nel comune di Giarre si recheranno in processione, con una fiaccolata e recitando il Rosario, fino al monumento di San Pio che si trova a piazza Immacolata. Quivi sarà rievocato il “Beato transito di S. Pio” e sarà impartita la benedizione con la reliquia del Santo.

Lunedì 23, festa liturgica del Santo,  alle ore 18 ci sarà una meditazione su passi tratti dall’Epistolario; alle 18,30 recita del S. Rosario meditato e alle 19 S. Messa, al termine della quale si svolgerà una breve processione col simulacro del Santo fino al sagrato del duomo. La benedizione con la reliquia di San Pio concluderà la manifestazione religiosa.

Mario Vitale