Goran Pandev / La Macedonia saluta il suo eroe

E’ finita al 68’ di Olanda – Macedonia del Nord agli Europei 2020, la carriera con la nazionale di Goran Pandev, iniziata più di 20 anni fa. Una carriera che ha toccato il suo apice proprio quest’estate a Euro 2020, come il lieto fine di una bellissima favola. La nazionale macedone, infatti, ha raggiunto per la prima volta nella sua storia una qualificazione a una competizione così importante come un campionato europeo. Inserita nel gruppo C, termina la sua avventura con 0 punti. Risultato che non macchia la splendida impresa fatta da Pandev e compagni, autori di una cavalcata che li ha portati ai nastri di partenza di Euro 2020 dopo la vittoria per 1-0 nello spareggio contro la Georgia. Autore del gol qualificazione, neanche a dirlo, Goran Pandev.

Goran Pandev / La Macedonia saluta il suo eroe

E’ per questo, unito agli altri 37 gol in 122 presenze con la Nazionale, che l’Amsterdam Arena gli ha riservato la standing ovation nella sua ultima apparizione. Un omaggio meritevole per un campione di professionalità. A quasi 38 anni compiuti, Goran Pandev è ancora uno degli attaccanti più completi e decisivi della serie A. Veterano del nostro campionato, in cui milita dal 2001 con una sola parentesi nel 2014 col Galatasaray, l’attaccante macedone è al quinto posto nella classifica dei migliori marcatori della serie A in attività, con 101 timbri in 473 gare.

Reti che ha firmato con le maglie di Spezia, Ancona, Lazio, Inter, Napoli e Genoa. Nel suo palmares troviamo la bellezza di dieci trofei: 1 scudetto, 5 Coppe Italia, 2 Supercoppe Italiane, 1 Champions League e 1 Mondiale per Club. Nella sua lunga carriera spicca sicuramente il Triplete ottenuto da protagonista, nel 2010, con l’Inter di Josè Mourinho. Anno che l’ha lanciato nella storia del calcio mondiale e nel cuore dei tifosi nerazzurri.

Il contratto, il Genoa e il futuro

Adesso, dopo 6 anni e 150 presenze con la maglia del Genoa, Goran Pandev è in scadenza di contratto e dovrà prendere una decisione sul suo futuro. In risposta a questo, al termine della sua ultima gara con la Macedonia, ha parlato ai microfoni di Sky dicendo: “Sono in scadenza di contratto e sto aspettando una chiamata del Genoa (che è arrivata con una proposta da valutare, ndr). Ho già parlato con loro che mi hanno lasciato le porte aperte, ora sta a me prendere una decisione. Voglio prima riposare e dedicarmi alla mia famiglia. Ringrazio tanto i tifosi, la società e mister Ballardini”. Parole che non lasciano ben sperare i genoani. Che però, come succede spesso in campo, si augurano di vedere una magia a sorpresa del talento macedone. Ancora insieme, per scrivere altri record, all’ombra della Lanterna.

Andrea Fichera

Print Friendly, PDF & Email