Chiesa / La comunità di Pisano Etneo ha festeggiato don Giuseppe Meli, suo parroco da 45 anni

0
114
don Giuseppe Meli

In questi giorni la Comunità di Pisano Etneo ha festeggiato i 45 anni di servizio pastorale nella frazione di Zafferana del parroco don Giuseppe Meli, guida spirituale della chiesa San Giuseppe.
Nato a Bronte il 3 agosto del 1939, padre Meli ricevette l’ordinazione sacerdotale nel 1964 nella chiesa Madonna del Rosario della sua città. Iniziò la sua attività pastorale a Catania. L’8 aprile del 1979, nel giorno della Domenica delle Palme, padre Giuseppe accompagnato dal vescovo monsignor Luigi Picchinenna, prese possesso della Parrocchia San Giuseppe di Pisano Etneo.

Le qualità umane di questo sacerdote fecero innamorare i fedeli della piccola comunità etnea. Durante il suo presbiterato ha organizzato molte iniziative fra le quali escursioni in montagna, gite a mare. Nel 1984 una forte sequenza sismica interessò la parte Sud-Orientale dell’Etna, provocando gravi danni a Zafferana Etnea e alle sue frazioni Fleri e Pisano Etneo.
La chiesa di San Giuseppe fu dichiarata inagibile. Padre Meli con tenacia e perseveranza s’impegnò affinchè il luogo sacro fosse restituito al suo antico splendore. Così, il 16 marzo del 1995 il luogo di culto si riaprì ai fedeli.

don Giuseppe Meli
Don Giuseppe Meli in una foto di qualche anno addietro.

L’intensa vita pastorale di don Giuseppe Meli

Nel 1990 padre Meli organizzò insieme ai Padri Passionisti, le Missioni Popolari, con opere di evangelizzazione e momenti di preghiera. Si deve a don Giuseppe, nel primo decennio degli anni 2000, la nascita della Sagra del pane condito.
Durante il suo mandato di parroco, ci sono state cinque rappresentazioni sacre. Nel biennio 2009/2010 si sono svolte due rappresentazioni su San Giuseppe, mentre nel 2016, nel 2017 e nel 2018,  tre rappresentazioni pasquali hanno coinvolto l’intera comunità parrocchiale di Pisano Etneo.

Nel 2010 la Parrocchia San Giuseppe accolse il reliquario delle lacrime della Madonna di Siracusa. Dal 2014 al 2023, padre Meli ha sostenuto la realizzazione del Presepe in piazza. Nel 2014, in occasione del cinquantesimo anno di sacerdozio, la Comunità del centro etneo, organizzò cinque giorni di festa, con momenti conviviali, concerti, convegni. Nel 2016 la Parrocchia di San Giuseppe partecipò al pellegrinaggio a Roma per il Giubileo della Misericordia.

E arriviamo al dicembre del 2018, quando un altro evento sismico sconvolge la piccola comunità di Pisano.  Molti edifici privati sono stati dichiarati inagibili e gravi danni ha riportato anche la struttura religiosa. Da qualche mese sono iniziati i lavori di consolidamento e adeguamento antisismico della chiesa di San Giuseppe, grazie ad un contributo di un milione e 750mila euro, concesso dal Commissario straordinario par la ricostruzione post-sisma 2018. La riapertura della chiesa è prevista nel 2025.

Giuseppe Di Salvo, segretario del Consiglio Pastorale, ha descritto padre Meli come un uomo mite, al servizio della Parrocchia, punto di riferimento per tutta la Comunità di Pisano. Di Salvo ha ribadito che con don Giuseppe si sono condivisi momenti belli e brutti, come quello della Pandemia, del sisma del 2018. Ha aggiunto, inoltre, che in occasione del sessantesimo anno di sacerdozio di don Giuseppe, che si celebrerà quest’anno, il 16 agosto saranno organizzate delle iniziative per la ricorrenza.

 

                                                            Giuseppe Russo  

Print Friendly, PDF & Email