Incontri culturali / Riflessioni sulla misericordia con Letizia Franzone nella casa del beato Gabriele Allegra

Un incontro di cultura e spiritualità, nel luogo che ha dato i natali ad una figura, quella del Beato Gabriele Allegra, frate francescano, avente in sé la semplicità di una vita dedita alla fede ed ai bisognosi di attenzioni. La sua casa natale di San Giovanni La Punta, in via Torrisi 16, recentemente ristrutturata ed inaugurata, ieri, venerdì 25 ottobre, è stata sede di un momento di aggregazione e riflessione, guidato dalla teologa Letizia Franzone ed articolato sulla parabola evangelica conosciuta come quella “del figliol prodigo”, mentre è più esatto definirla “del padre misericordioso”, esposta nel suo saggio dal titolo “Il Cammino della Misericordia”, edito da La Voce dell’Jonio.

Letizia Franzone, Chiara Allegra e Giuseppe Vecchio

L’incontro di condivisione e di dialogo ha coinvolto i presenti negli ambienti semplici della casa, riportata alla “vita” proprio nella maniera più attinente al suo originario aspetto, con le caratteristiche del periodo in cui è stata vissuta. “È stata ristrutturata fedelmente, in modo che chi entra possa sentire i passi di chi l’ha abitata”, ha dichiarato Chiara Allegra, pronipote del frate, che ha arricchito la serata con la lettura di alcune parti del saggio. “Lui che ha iniziato qui il suo cammino spirituale, ci è da guida e da sprone”, ha affermato la Franzone.

La teologa ha incentrato la sua riflessione sulla complessità della natura umana, sottoposta a prove e difficoltà, volta ad “un cammino che conduce l’uomo alla misericordia di Dio, attraverso la gioia di riscoprire la bellezza di ciascuno, proprio perché creato da lui”, ha commentato.

In basso la casa del beato Allegra com’era prima del ripristino

La serata, organizzata da Rosario Allegra, nipote del Beato, si è articolata in un contesto in cui delle immagini fotografiche alle pareti ripercorrevano le fasi del cammino spirituale di padre Gabriele, a partire dalla famiglia, dagli ambienti stessi della casa e poi dai momenti di ripresa materiale delle sue stanze. L’ampio giardino alle spalle dell’abitazione ha già ospitato le celebrazioni eucaristiche, giacché la struttura costituirà un punto di incontro per i fedeli.

“La nostra presenza vuole contribuire alla valorizzazione del territorio”, ha affermato Giuseppe Vecchio, direttore del giornale La Voce dell’Jonio, testata della diocesi di Acireale, che ha proposto l’incontro e lo ha moderato.

Rita Messina