Libri / “Opere di un viaggio” continua a raccontarsi: venerdì 4 presentazione a Santa Maria La Scala

Il libro “Opere di un viaggio” di Giuseppina Spina e Letizia Franzone, edito dalla Casa editrice “La Voce dell’Jonio”, riprende a raccontarsi e a raccontare la bellezza del messaggio artistico-teologico espresso nei dipinti di Giuseppe Spina Capritti, conservati nella chiesa di Santa Maria degli Ammalati, in Acireale.
Le autrici continuano il loro percorso di presentazione raggiungendo alcune frazioni costiere di Acireale. Questo percorso inizierà venerdì 4 maggio alle ore 19,30, nella chiesa parrocchiale di S.M. La Scala, per continuare nei prossimi mesi estivi nelle altre frazioni costiere.
Dopo le diverse ed intense esperienze di presentazioni vissute in diversi luoghi religiosi e laici, le autrici desiderano continuare a raccontare quel pezzetto di storia sacra dipinta in quelle opere d’arte e delle quali il testo Opere di un viaggio  diventa una armoniosa voce artistico-teologica.
L’Arte Sacra e la Teologia, dunque, diventano due realtà inscindibili, ed è dentro questa dinamica che si articola questo testo. Compito principale dell’Arte Sacra, del resto, era quello di rendere “comprensibile e fruibile a tutti” la Parola di Dio. La Bibbia dei poveri nasceva proprio per dare la possibilità a chi non sapeva leggere di comprenderne, attraverso le immagini, il passo biblico. Ecco dunque che l’Arte Sacra si fa espressione della Parola rappresentata in questi dipinti minuziosamente, grazie all’utilizzo dei colori e della prospettiva.
Il viaggio raccontato nel libro è il viaggio spirituale dell’uomo che si mette in cammino dentro lo sguardo misericordioso di Dio, ed allo stesso tempo è il viaggio misericordioso della Parola che desidera incontrare il cuore di ogni uomo per risanarlo dalle sue fragilità e condurlo alla felicità autentica che si ha nell’incontro con Gesù risorto.
Quello che si racconta qui, è il cammino di resurrezione al quale il fedele viene invitato e che ha inizio salendo la sontuosa scalinata di una chiesa dove, una volta entrati, si può incontrare, nella bellezza artistica, la Bellezza che è Dio, autore e ispiratore di ogni bellezza che ne diventa sua mirabile espressione.

L.V.