Magma 2022 / Alla spagnola Ana Lambarri Tellaeche il Premio Lorenzo Vecchio

La ventunesima edizione di Magma – mostra di cinema breve, il festival realizzato dall’associazione culturale Scarti, in collaborazione con il Comune di Acireale e grazie al sostegno della Regione Siciliana, Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo – Sicilia Film Commission, si è conclusa sabato 19 novembre, al Multisala Margherita di Acireale, dove sono stati proiettati 24 corti provenienti da 15 diversi paesi.

La giuria, presieduta dal regista Marco Segato, era composta dalla cantautrice e attrice siciliana Thony e dall’autore e produttore Riccardo Costantini.
Tra i lavori proiettati in sala è emerso un generale bisogno dei registi di raccontare la violenza e la ferocia della società contemporanea.

giuria di Magma
La giuria del festival

Alla spagnola  Ana Lambarri Tellaeche va il Premio Lorenzo Vecchio

Alla regista spagnola Ana Lambarri Tellaeche, con il cortometraggio ‘’36’’, va il Premio Lorenzo Vecchio, ideatore del festival e direttore artistico delle prime tre edizioni.
Il cortometraggio vincitore racconta in venti intensi minuti la storia di una violenza domestica con delicatezza e, al tempo stesso, con disincantata ferocia.

Sara e David, moglie e marito, attendono a pranzo i nuovi capi di David. Lei prepara tutto perché sia perfetto, ma un dettaglio insignificante fa infuriare lui, che la picchia e la umilia. Davanti agli ospiti, però, la serenità di coppia di facciata deve essere mantenuta.

Margherita multisala Acireale
Multisala Margherita, Acireale

Il corto di Ana Lambarri Tellaeche, un esercizio di stile

Si legge nelle motivazioni: «Recitato ottimamente, il film è girato in un unico, virtuoso piano sequenza, che mai si riduce a esercizio di stile. Ma diventa una narrazione complessa, capace di far crescere progressivamente la tensione drammatica e il conflitto tra i personaggi. Il tema della violenza domestica viene trattato mettendo al centro del racconto il rapporto tra i protagonisti. Nelle loro azioni risolutive c’è un monito importante a non manifestare indifferenza di fronte ai segnali di disagio che spesso tendiamo a trascurare».

Magma 2022, due menzioni speciali

Sono state assegnate dalla giuria anche due menzioni speciali. La prima, al cortometraggio del regista britannico Sean Lionadh, Too rough che racconta, ancora una volta, la violenza e l’abuso. Nick si risveglia accanto al suo fidanzato Charlie con i postumi della sbornia, ma deve nasconderlo alla sua famiglia omofoba e disfunzionale.
Spiega la giuria: «Per la regia matura e l’uso eccezionale degli elementi cromatici che diventano elementi narrativi. Colpiscono l’uso di un formato inconsueto dell’inquadratura e l’attenzione ai dettagli. Racconta con la dolcezza dei piccoli gesti, la possibilità di restaurare un equilibrio in una situazione complessa e drammatica».

Rita Abela
L’attrice siracusana Rita Abela riceve la menzione speciale

La seconda menzione speciale va al film italiano Big” di Daniele Pini, la storia di Matilde. Lei vive in una piccola casa davanti al mare con un nonno aggressivo. Per guadagnare qualche soldo, Matilde setaccia la spiaggia con un metal detector. Un ritrovamento, all’improvviso, è destinato a cambiare la sua vita. La menzione speciale per “Big” è riservata all’attrice siracusana Rita Abela, la protagonista del film che, come scrivono i giurati, «dà vita a un’interpretazione femminile intensa, su cui si regge la forza del film».

Il pubblico delle tre serate ha assegnato il Premio del pubblico – Sketch, che è andato al film francese Free Fall, di Emmanuel Tenenbaum. Il corto racconta l’11 settembre 2001 dal punto di vista di Tom, un trader di Londra, convinto da subito che quello del World Trade Center sia stato un attentato terroristico.

Cos’è Magma – Mostra di cinema breve

Magma è uno dei principali festival di cortometraggi in Italia. Giunto ormai alla sua 21esima edizione consecutiva, ha ormai visionato decine di migliaia di film provenienti da tutto il mondo. Rispetto ai maggiori festival di cinema italiani, riconosce il formato breve come forma d’arte autonoma e spazio in cui sperimentare nuovi stili, nuove tendenze, le poetiche di neonati autori o di registi già affermati.

A organizzarlo è l’associazione culturale Scarti, nata ad Acireale nel 2001 da un’idea di Lorenzo Vecchio. A lui è dedicato il premio al corto vincitore del festival. Sin dai primi anni di attività, Scarti è impegnata nella promozione culturale, con particolare attenzione al cinema e alle arti visive. I suoi componenti, molti dei quali risiedono oggi fuori dalla Sicilia, portano avanti – attraverso Magma – un progetto che da 21 anni valorizza il territorio attraverso la convergenza delle più significative esperienze di cinema breve presenti a livello internazionale.

 

Giulia Bella

Print Friendly, PDF & Email