Magma 2022 / All’opera prima della regista kosovara Kaltrina Krasniqi il Premio Debut

0
49
Vera sogna il mare

È andato a “Vera dreams of the sea”, della regista kosovara Kaltrina Krasniqi il premio come miglior film della sezione Magma Debut di Magma – mostra di cinema breve.
Il festival di cortometraggi di Acireale, giunto alla 21esima edizione, si è aperto per la prima volta ai film lunghi. Così Magma Debut – informa una nota stampa – è andato online su MyMovies, il più importante portale italiano di cinematografia. E ha coinvolto il pubblico nazionale con la sua selezione di lungometraggi di registi esordienti.

Vera dreams of the sea”, adesso, andrà in sala e sarà proiettato oggi in apertura del Concorso internazionale di corti, il vero cuore di Magma. Che come ogni anno si svolgerà – a partire dalle 20.30 – al Margherita Multisala di Acireale.

Premio Magma Debut ad un’opera prima di forte impatto

La giuria di Magma Debut è composta dal regista srilankese Sanjeewa Pushpakumara, dalla docente di Storia e critica del cinema all’università di Catania, Stefania Rimini, e dal montatore Beppe Leonetti.
I tre giurati, coordinati dal direttore artistico Andrea Magnani, hanno assegnato il premio a “Vera dreams of sea” . Queste le motivazioni. «Per la capacità di coniugare in modo rigoroso trama, stile, recitazione e caratteri, consegnando allo spettatore una storia dura ma non implacabile.
Per il racconto di una donna in un’età così poco raccontata dal cinema, la regista ci dona aperture simboliche e un respiro epico che rendono il film già maturo. Grazie soprattutto alla pienezza performativa dell’attrice che impersona Vera e alla capacità di dosare tutti gli elementi espressivi».

Vera dreams of the sea” è la storia di Vera, una interprete della lingua dei segni di mezz’età che conduce una vita ordinata. E’ la moglie di un rinomato giudice, è madre e nonna affettuosa. La sua vita tranquilla è, però, turbata dal suicidio del marito. Seguito da una minacciosa e sgradita parata di uomini che rivendicano la proprietà della loro casa di famiglia.Feathers

Menzione speciale a “Feathers”, del regista egiziano Omar El Zohairy

I tre giurati hanno poi scelto di assegnare la menzione speciale a “Feathers”, del regista egiziano Omar El Zohairy. Definendolo «il film più maturo della selezione, che ha realizzato con una qualità ineccepibile una narrazione complessa, che sorprende lo spettatore ad ogni inquadratura. E che regala allo spettatore uno squarcio su una realtà mediata da tocchi di fiaba e denuncia sociale».

Feathers” parte da un momento assurdo: un trucco di magia va storto e trasforma un padre di famiglia in un pollo. A questo punto, però, l’attenzione si sposta sulla madre, costretta adesso a mettersi in gioco per prendersi cura, in tutti i sensi, delle persone che ama.

«Magma da più di vent’anni insegue il talento e la possibilità di poterlo divulgare attraverso il pubblico. Ci sembrava naturale offrire, a un certo punto, qualcosa di diverso rispetto ai cortometraggi», spiega Andrea Magnani, regista, già presidente della giuria del Concorso internazionale di Magma. E adesso direttore artistico di Magma Debut.
«Abbiamo scelto di focalizzarci sulle migliori opere prime internazionali – prosegue Magnani. La Sicilia, del resto, è da sempre crocevia di popoli e di scambi. Attraverso il linguaggio più internazionale che ci sia, le immagini, si può arrivare a comprendere di più del mondo che ci circonda. Cinque centimetri alla volta».

Magma è realizzato dall’associazione culturale Scarti, in collaborazione con il Comune di Acireale e grazie al sostegno della Regione Siciliana, Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo – Sicilia Film Commission.

Print Friendly, PDF & Email