Maniace / Tre giorni di iniziative culturali e naturalistiche e poi la visita pastorale dell’arcivescovo mons. Gristina

Fine settimana impegnativo a Maniace, piccolo Comune alle pendici nord-occidentali dell’Etna, che lo ha visto protagonista di ben due inaugurazioni.cor Maniace 1ps (400 x 266) cor 2Maniace 2ps (400 x 266)Venerdi 23 la presentazione del programma, con interpreti i ragazzi delle scuole cittadine, in particolar modo dell’istituto alberghiero “Giovanni Falcone” che ha curato anche le degustazioni, e poi Bronte,  Maletto, dove è stata illustrata la tre giorni, precisando come tale progetto sia stato finanziato con i fondi della Comunità Europea, ed è stato spiegato il suo impatto concreto per i giovani. A far da cornice, la degustazione di prodotti tipici del luogo con riso alle mele, macedonie, marmellate, per poi concludersi domenica. Sabato mattino, nei locali del municipio di Maniace, vi è stato il taglio del nastro, per l’inaugurazione di una “sala multimediale”, che  fornirà la possibilità ai giovani di fare ricerca, cor 3 Maniace 3 ps (401 x 600)da parte del primo cittadino, Antonino Cantali, accompagnato dalla Giunta. La giornata conclusiva è stata domenica con l’inaugurazione dei sentieri naturalistici, che dal centro del paese conducono ai Nebrodi, attraverso luoghi incantati, tra sorgenti, boschi ricchi di vegetazione, rifugi, per giungere poi nei luoghi di maggiore attrazione, quali l’obelisco di Nelson. E “dulcis in fundo”, la visita pastorale dell’Arcivescovo metropolita di Catania, monsignor Salvatore Gristina, accolto nella piazza dell’Autonomia parata a festa e da una folla di fedeli nella chiesa di San Sebastiano.

Maria Pia Risa

Print Friendly, PDF & Email