Musica / Dal 4 al 6 maggio il concorso per le scuole “Giovani talenti”. L’ideatrice Vera Pulvirenti: “Sarà determinante un buon profitto scolastico”

Il terzo concorso musicale strumentale “Giovani talenti” 4- 6 maggio 2016 , promosso dalla Fidapa di Acireale e dalla “Riviera dei Ciclopi Catania”, è indirizzato a studenti di scuole secondarie di I° e II° grado. E’ un’ottima occasione per i giovani talenti di mettere in luce le proprie capacità e seguire con maggiore impegno la strada intrapresa. I dirigenti scolastici e i professori, non solo di musica, ma delle varie discipline, hanno il compito di sensibilizzare i giovani alla partecipazione al concorso, che senza dubbio dà un impulso nuovo nella scelta della propria strada nella vita.vera pulvirenti cora (236 x 336)

L’approccio con la pianista Vera Pulvirenti, ideatrice del concorso, ha lo scopo di chiarire alle scuole interessate alcuni punti essenziali.

– E’ questo un concorso pregevole, ma possono parteciparvi liberamente tutti gli studenti?

“No. Il concorso è aperto agli studenti, che non solo hanno attitudini per lo studio di strumenti musicali, ma anche sono capaci di conseguire un buon profitto nei corsi ordinari di studio, per cui saranno premiati per un duplice impegno.”

-Quali sono gli strumenti musicali previsti?

“ Sono previste varie sezioni riguardanti gli strumenti musicali: pianoforte, fisarmonica, archi, arpa, fiati, percussioni, chitarra, musica da camera ( strumentale, canto leggero, gruppi corali). Una sezione speciale riguarda la scuola Media ad indirizzo musicale”.

– Come si svolgerà il concorso?

“ In due tempi. Le audizioni con relative prove selettive si svolgeranno nel salone della parrocchia San Paolo (con ingresso da corso Sicilia), nei giorni 4-5 maggio, mentre la premiazione

e il concerto con l’esibizione dei premiati saranno ospitati nella sala Cosentini dell’Accademia Zelantea, il 6 maggio.”

– Il concorso riguarda tutta la Regione Sicilia?

“ E’ indirizzato a studenti del territorio di Acireale e Catania, comunque l’invito viene anche esteso a territori più o meno confinanti.”

                                                                           Anna Bella

Print Friendly, PDF & Email