Musica / Esce oggi “Wonderland”, nuovo album dei Rockets, mix di 50 anni di tendenze e gusti

Suoni, musiche e voci guideranno l’ascoltatore verso un viaggio nel tempo, una contaminazione di stili e sapori musicali – così recita la nota stampa di Valeria Riccobono – per presentare “Wonderland” il nuovo album dei Rockets, anticipato in radio e in digitale dal singolo “Kids From Mars”, che si potrà acquistare da oggi, venerdì 24 maggio, anche nei negozi come 45 giri in edizione limitata. L’album è disponibile in pre-order in versione autografata sul sito www.azzurramusic.it, è stato presentato in anteprima ieri sera al Mondadori Megastore a Milano in via Marghera. Si tratta di un mix di oltre 50 anni di tendenze e gusti musicali: dai 10cc ai Supertramp, da David Bowie a Vangelis, da Bob Marley ai Men At Work fino ad arrivare agli Imagine Dragons. La copertina dell’album è stata disegnata da Leonardo Festa (FL Graphic) e Francesca Pastore (ElècktrArt).

Nelle prime raccolte i Rockets cantavano dello spazio e delle sue dimensioni con look cosmici, di contro con “Wonderland” la rotta è proprio il nostro pianeta, perché il gruppo è preoccupato di quanto sta succedendo al pianeta terra. A tal proposito, come da nota stampa, riportiamo l’espressione del leader della band, Fabrice Quagliotti: “La mancanza di rispetto nei suoi confronti, l’inquinamento fuori controllo, le guerre di potere, la mancanza di punti di riferimento e di ideali veri! Confidiamo nella purezza d’animo dei bambini. Solo loro potranno salvare la Terra. Non a caso il colore predominante del nuovo album è il violetto. Migliaia di anni fa, il nostro pianeta aveva un aspetto violaceo dovuto all’esistenza di batteri e microorganismi acidi che intervenivano sul processo della fotosintesi clorofilliana, facendo assumere alla vegetazione una pigmentazione viola. Era un pianeta puro e sano. Sogniamo un pianeta così. Wonderland dovrebbe essere quindi il nostro pianeta, il pianeta delle meraviglie. Ogni tramonto, ogni raggio di sole, ogni fiore, ogni stella, ogni cambiamento di stagione è pura poesia. Cerchiamo quindi di tornare ad essere bambini, per salvare il salvabile e non andare incontro ad una catastrofe. Un messaggio semplice, con un profondo significato”.

I Rockets sono un gruppo musicale che conobbe il suo splendore tra gli anni ’70 ed i primi anni ’80 in Italia ed in Russia con I brani “Future woman”, “Space Rock” “One More Mission”, “Electric Delight” e soprattutto con la reinterpretazione di ” On the Road Again” e “Galactia” che gli fecero guadagnare il Telegatto come miglior gruppo straniero in Italia. Sin dagli esordi il gruppo composto da Bartz, L’Her, Quagliotti, Maratrat, Groetzinger, si distinguerà per il look spaziale , le chitarre a forma di stella e le voci dalla melodia ultraterrena. Nel 1978 giunsero in Italia quando il produttore Maurizio Cannici, manager della CGD Messaggerie Musicali, li notò e li fece partecipare a varie trasmissioni televisive come “Stryx” e “Arrivano i mostri”. Nel 1979 fu l’anno di “Plasteroid” che vendette oltre 1 milione di copie e con un tour italiano che comprese oltre 150 concerti. Nel 1980 uscì il disco “Galaxy” in cui sarà tangibile il cambiamento musicale (l’elettronica non sarà più di nicchia)che porterà allo scioglimento del gruppo dopo vari album quali: “n3,14”, “Atomic”,”Imperception”, “One way”. Bisognerà attendere il 1992 quando il produttore Claude Lemoine, riunì tutto il gruppo: il tastierista Quagliotti, il chitarrista Maratrat, e il cantante Sal Solo per realizzare l’album “Another Future” basato su una nuova tecnologia digitale con l’ausilio  altri mie: Nick Beggs, ex bassista dei Kajagoogoo, Mike “Clip” Payne, cantante e percussionista che lavorò con Prince e altri. Nel 2007 fu pubblicato il cofanetto “The Silver Years” in tiratura limitata, che riproponeva per la prima volta su cd i primi 7 album dei Rockets, dall’omonimo LP del 1976 ad “Atomic” uscito nel 1982, che comprendeva anche “Live” uscito in Italia solo nel 1980 e con 2 brani inediti. Fece seguito la pubblicazione di u secondo cofanetto: “A long journey” che conteneva, per la prima volta, i video storici, alcune parti dei concerti e i 5 cd di rarità/live/demo.

Nel 2012 la band si esibì in Russia con live e showcase con il singolo “World on Fire”, ottenedo un grande successo. Nel 2014 uscì “Kaos” con 12 brani inediti di cui 3 strumentali. Allo stato odierno il gruppo è formato da Fabrice Quagliotti (tastiere/vocoder), John Biancale (voce), Rosaire Riccobono (basso), Gianluca Martino (chitarra) e Eugenio Mori (batteria).

Maria Pia Risa

La tracklist dell‘album: “Wonderland”, “Kids From Mars”, “Heaven”, “We are one”, “Strange people”, “Rock’n Roll Loser”, “Get It On” (feat. Fabrice Pascal & Axel Cooper), “Nuclear Fallout”, “The One”, “Doot Doot”, “Wonderland” (feat. Fabrice Pascal & Axel Cooper).

Il video del singolo “Kids From Mars” è disponibile al seguente link: www.youtube.com/watch?v=MFms66HD1rw&t=199s

La pagina ufficiale  www.instagram.com/rockets_officialpage