Novità musicali / Un tuffo negli anni 50 con “Canzoni da 2 soldi”, primo Cd dell’originale trio vocalist “Le Signorine”

La musica piacevole, quella che con le sue note sa trasportarti ovunque con lo spaziare del pensiero, la musica allegra ma non invadente, dirompente o quasi aggressiva, la musica briosa e allo stesso tempo dolce e un po’ nostalgica, accompagnata da parole che raccontano i luoghi dell’Italia e loro peculiarità. Questo è il tipo di musica emergente dall’unione di tre giovani voci femminili, che hanno voluto divulgare un tipo specifico di melodiosità, quella inerente le canzoni degli anni 50’ e non solo. Tutte rigorosamente in italiano. Stiamo parlando del trio vocale “Le Signorine”, ovvero tre ragazze toscane che hanno creduto nel loro amore per il canto e si sono impegnate a tal punto da far diventare concretezza la passione.

Claudia Cecchini, Lucia Agostino, originaria di Acicatena e trapiantata a Sesto Fiorentino, e Valentina Di Stefano, “le signorine”, appunto, sono tre amiche che, dopo aver intrapreso per anni ognuna un percorso artistico individuale, con le relative diverse esperienze, ad un certo momento si sono “ritrovate” ed hanno individuato la comune passione canora. Da allora è stato tutto un divenire, che le ha portate alla realizzazione del loro primo Ep, abbreviazione di “extended play”, cioè un Cd contenente anche canzoni inedite. “Canzoni da 2 soldi” è il titolo del disco e corrisponde a quello del primo brano contenuto nell’Ep. Gli altri cinque sono reinterpretazioni di famosi pezzi della tradizione popolare italiana, con cui le ragazze realizzano un viaggio attraverso le città dello stivale. Creano quella “continuità” e persistenza, ben oltre lo scorrere imperterrito del tempo che poco risparmia al suo passaggio, di canzoni già sperimentate ma sempre piacevoli all’udito e pronte ad essere riascoltate. Concreta occasione di usufruire delle note per trovarvi diletto ed allegria attraverso un “remake” di brani lontani, ma non troppo, che con il loro fascino sono capaci di “sedurre” ancora, impreziositi dagli arrangiamenti del trio.

Il contesto che le giovani propongono è stile vintage. Ciò si manifesta sia nell’abbigliamento, sia nel loro trucco, completa il quadro e stacca il biglietto a chi si imbarca in questo viaggio indietro nel tempo, fino alla magica atmosfera dei famosi anni 50’.

Il disco è stato ufficialmente presentato lo scorso ventiquattro luglio a  Firenze. La volontà del trio ha superato ostacoli e difficoltà, come quelle di natura economica, che potrebbero scoraggiare l’iniziativa dei giovani. È stata effettuata una campagna di “crowdfunding”, su Musicraiser, ovvero una raccolta fondi, tramite internet, con piccoli contributi. Il sogno è diventato realtà ed il disco può, oramai, inebriare l’ascolto.

L’intento delle tre ragazze è valorizzare la canzone semplice, la canzone popolare ma ricca di tradizione con la sua essenza ed unicità. Le cantanti, infatti, amano esibirsi tra la gente, tra l’allegria spontanea ed immediata. Lo hanno dimostrato prendendo parte, sempre lo scorso luglio, alla trentesima edizione di “Mercantia”, Festival internazionale del teatro di strada, svoltosi a Certaldo (Fi).

L’ascolto, dunque, delle “Canzoni da 2 soldi” trasporterà l’orecchio, la mente ed il cuore in un mondo passato ma mai dimenticato e confermerà, ancora una volta, che l’impegno, la voglia di fare, coniugata con il lavoro e la capacità, possono superare gli ostacoli e raggiungere mete all’inizio impensabili.

Rita Messina       

Print Friendly, PDF & Email