Ospedale Cannizzaro / Dalla Onlus “Cuore di maglia” doni ai prematuri della Terapia intensiva neonatale

Un gesto di solidarietà e calore nei confronti di neo-genitori di bambini prematuri: questo il senso della donazione alla Terapia Intensiva Neonatale dell’Ospedale Cannizzaro di Catania da parte dell’associazione nazionale “Cuore di Maglia”.
Nei giorni scorsi, – informa una nota dell’Azienda – una rappresentanza catanese della Onlus, guidata dalla referente Mariella Fornello, ha infatti consegnato alla Neonatologia sacchi nanna (che ricreano l’utero materno e sono utilizzati per la marsupio terapia) e cappellini (che evitano la dispersione del calore). «Sono doni molto utili ai nostri guerrieri e quindi graditi nell’ambito del protocollo di “care” delle terapie intensive neonatali, che sotto il profilo dell’umanizzazione cura anche la momentanea difficoltà psicologica dei genitori», spiega il dott. Pietro D’Amico, direttore facente funzione dell’Unità Operativa di Neonatologia.
«Con le nostre donazioni – sottolinea l’ambasciatrice Fornello – vogliamo occuparci dello stato d’animo di padri e madri che si trovano ad affrontare una nascita prima del tempo e vivono le paure legate alle condizioni di salute dei figli: stiamo loro vicini con la consegna di oggetti creati da noi, realizzati con tessuti, come la lana merinos, che possono essere indossati dai piccolini anche dentro le incubatrici».
La collaborazione tra Azienda ospedaliera Cannizzaro e Cuore di Maglia è cominciata a Pasqua con la prima consegna, grazie all’interessamento della dott.ssa Sabina Montes. A Catania la Onlus, attiva in altri ospedali, conta un gruppo di una trentina di donne che regalano capi da loro stesse realizzati con i ferri.

Print Friendly, PDF & Email