Ospedale Paternò / Al via i lavori per il nuovo laboratorio analisi

Al via i lavori per la realizzazione del nuovo laboratorio analisi dell’Ospedale di Paternò.
L’importo complessivo degli interventi è 1.250.000,00, e avranno durata di xxx.
«Stiamo dando un volto nuovo all’Ospedale – afferma in una nota stampa il manager dell’Asp di Catania, Maurizio Lanza. – Abbiamo realizzato numerosi interventi edili grazie ai quali abbiamo dotato il Presidio di spazi e risorse tecnologiche di altissimo livello».

Con questi interventi – si legge in una nota dell’Asp – si continua nel piano di potenziamento, ristrutturazione e rimodulazione degli ambienti ospedalieri che ha già portato alla realizzazione del Pronto Soccorso, del Centro trasfusionale, della Farmacia ospedaliera e della morgue.
In progettazione la nuova Radiologia, la Gastroenterologia, il Servizio di Rianimazione post-operatoria e la rimodulazione e ristrutturazione del secondo e terzo piano del plesso principale.laboratorio analisi ospedale Paternò

Un nuovo laboratorio analisi nell’ospedale di Paternò

Per quanto riguarda il laboratorio analisi, il progetto esecutivo prevede la sua allocazione presso il corpo principale del Presidio. Con una distribuzione logistica e organizzativa su tre livelli:

  • al piano seminterrato si realizzeranno i depositi.
  • il piano terra, in un grande open-space moderno e funzionale, ospiterà le attività centrali dell’UOC di Patologia clinica e l’UOS di Anatomia Patologica.
  • al piano primo è, invece, previsto il punto prelievi, dotato di tre postazioni con relativi servizi.

«Questi lavori, che si aggiungono a quelli già conclusi e a quelli in progettazione, testimoniano la grande attenzione per il Presidio e il nostro impegno per dotare la struttura di tutti i più moderni requisiti strutturali e tecnologici» sottolinea il direttore sanitario, Antonino Rapisarda.
Innovativi i sistemi impiantistici previsti per garantire la massima operatività alla struttura e offrire ai cittadini alti standard di comfort e accoglienza.

«Voglio ringraziare gli Uffici interessati per il grande contributo offerto in questi anni per il potenziamento complessivo del nostro patrimonio tecnologico e strutturale – aggiunge il direttore amministrativo Giuseppe Di Bella. – Un impegno che ha già portato a grandi risultati e che ancora di più si valorizzerà con gli investimenti del Pnrr».

La progettazione dell’intervento è stata curata dall’Ufficio Tecnico dell’Asp di Catania, diretto da Francesco Alparone. D’intesa con il direttore del Dipartimento di Diagnostica di laboratorio, Filippo Fraggetta (progettisti, Marco Elia e Giovanni Casablanca, quest’ultimo anche rup).

Sono in corso, all’UOC Provveditorato, diretta da Pietro Galatà, anche le procedure di aggiudicazione della gara per l’acquisto della strumentazione. Di particolare rilevanza l’acquisizione del nuovo sistema centrale, il “cuore produttivo” del laboratorio, di ultimissima generazione.  Esso risponderà ai bisogni del territorio sfruttando anche le potenzialità di interconnessione in rete con gli altri Presidi aziendali.

Print Friendly, PDF & Email