Otium ed negotium 18 / Le “prove” della Risurrezione di Cristo: sabato 13 al “Costarelli” un incontro sulla Sacra Sindone

0
50

La riflessione di oggi del nostro Nino Ortolani ci propone un percorso che porta alla Risurrezione di Cristo. Ma gli dà pure lo spunto per far conoscere un interessante incontro in cui verranno fornite le “prove” del più grande mistero della fede cristiana.

Carissimo lettore,

“Credo in Deum” e “Credo in unum Deum” sono le prime espressioni de “La professione della fede cristiana” (sezione seconda del C.C.C.1). Premetto che dal tempo degli Apostoli alla data in cui è stato formulato il “Credo Niceno-Costantinopolitano” (vedi n. 35 del C.C.C.), i cristiani sono stati tacciati di politeismo tanto da dovere specificare: “unum Deum”. Il simbolo atanasiano dopo aver parlato delle tre Persone della Santissima Trinità, che costituisce il “mistero centrale della fede e della vita cristiana” (n. 44 del C.C.C.), si sofferma a parlare di Gesù. Egli, “Benchè sia Dio e uomo, non è duplice ma un solo Cristo. Che patì per la nostra salvezza, …e il terzo giorno è risuscitato dai morti.”

Dicevamo, in una delle passate lettere, che nel segno della croce è sintetizzato tutto il Credo. Infatti San Paolo ai Corinti predica “Christum crucifixum, Iudaeis quidem scandalum, gentibus autem stultitiam” (1 Corinti 1,23). Nel discorso agli ateniesi l’Apostolo, che si presenta come fine dicitore, parla di Risurrezione. Immaginiamo un intervento di oggi alle Nazioni Unite.

Sappiamo come è accolto un simile argomento dalla nostra società Cristiana (!?) impregnata di “Fede Scientista”. Sembra sentire un coro: “le prove, le prove”.

Ebbene, l’Associazione Costarelli ha invitato don Giovanni Ciarcià, dottore in Chimica e in Teologia Dogmatica, a fornire le “Prove” della Risurrezione nei Vangeli. Il relatore, docente dello “Studium Generale” della Prelatura della Santa Croce e Opus Dei, alle ore 18 di sabato 13 maggio, nella “Sala Costarelli” di Acireale, annessa al famosissimo “Bar Pasticceria”, dopo aver illustrato la conferma di tali “Prove” dalla Sindone, “testimone silenzioso del risorto”, presenterà il filmato di una intervista alla Sindonologa prof.ssa Emanuela Marinelli.

Sperando di vederti assieme a tanti tuoi amici non credenti, ricevi cari saluti da

Nino Ortolani

 (1) C.C.C.: Catechismo della Chiesa Cattolica.

Print Friendly, PDF & Email