Sanità / Perché l’ospedale San Marco non apre? Le reti del volontariato di Librino si mobilitano

Rete Piattaforma Librino e Rete Sociale di Librino insieme per sensibilizzare la cittadinanza sulla mancata apertura del Pronto Soccorso del San Marco: l’amarezza nel comunicato

Come si legge dal comunicato stampa inviato attraverso i canali delle reti di volontariato della Sicilia orientale, lo scorso 19 ottobre si è svolto un incontro tra la Rete Piattaforma Librino e la Rete Sociale di Librino. “Profonda – si legge – l’amarezza scaturita dalla constatazione che non sono state, sino ad oggi, mantenute le promesse politiche, più volte reiterate, della contestuale apertura del pronto soccorso del San Marco alla chiusura di quello del Vittorio Emanuele. Profonda inquietudine è scaturita dalla scelta delle Istituzioni regionali e locali di privare la fascia abitativa sud di Catania, per oltre 100mila cittadini, di un presidio dell’emergenza dedicato, ritenendo che in caso di necessità questa possa indirizzarsi verso il Pronto Soccorso del Garibaldi, già oberato di per sè, o verso il nuovo e certamente bellissimo Pronto Soccorso del Policlinico, distante sia in termini di percorso che per i tempi di viabilità”.

Chiara la domanda espressa nel comunicato: “politici e manager non si rendono conto del possibile dramma sociale?” L’incontro è stato finalizzato ad un iniziale approfondimento dell’iter che ha portato alla mancata apertura del Pronto Soccorso dell’Ospedale San Marco ed alla successiva individuazione e pianificazione di immediate azioni congiunte, tra la Piattaforma e la Rete Sociale, volte a far mantenere alta l’attenzione dell’opinione pubblica sulla indispensabilità che venga garantita sin da subito, ad un ampia fascia della popolazione catanese, il diritto alla salute, anche e specialmente nell’area dell’emergenza.

“Un diritto non è ciò che ti viene dato da qualcuno; è ciò che nessuno può toglierti”,  affermava Tom C. Clark, citano le stesse associazioni che hanno firmato il comunicato. A seguire, eccone l’elenco:

Rete Sociale Librino, composta da APS Dimis, Ass. Amici del Cuore, Coordinamento FIR, Ass. Amici di Librino, Ass. sportiva PGS Resurrezione, Ass. Talità Kum, Ass. Vides Ginestra, Misericordia Librino, Parrocchia Resurrezione del Signore, Oratorio Giovanni Paolo II, I.C. Fontanarossa; Rete Piattaforma Librino, composta da Cgil, Comitato Librino Attivo, Briganti Rugby Librino, Sunia, HdueO Sport e Animazione, Auser Librino, Fondazione Ebbene, Cooperativa Risveglio, Cooperativa Amiconi, Catania Ring, Terreforti, Musicainsieme a Librino, La Librineria, C’era domani Librino, Coro Jacqueline du prè, Laboratorio Socio Politico, Andis Catania, A.pi.m.i.c., South Media, Istituto O.C. Angelo Musco, Istituto O.C. Pestalozzi, I.C. Dusmet, Parrocchia Nostra Signora del Santissimo Sacramento.

Tweet 20