Randazzo / Festa grande per i cento anni di Antonina Giglio: rinfresco all’aperto e una pergamena

Cento  anni, un secolo intero, pieno di fatti ed eventi epocali, guerre, invenzioni, progresso… un secolo denso di affetti, nascite, morti, gioie e dolori, la vita intera di una donna straordinaria, Antonina Giglio, festeggiata coralmente a Randazzo.
E’ stato un giorno di grande festa, iniziato nel pomeriggio con la consegna da parte del sindaco Michele Mangione, a nome di tutta la cittadinanza, di una pergamena celebrativa. Subito dopo i presenti, amici, parenti, vicini di casa, alcune autorità civili e religiose, si sono recati in corteo, preceduti dal sindaco e da Antonina, e scortati dalla banda cittadina e da una rappresentanza del corteo storico della Sicularagonensia, per assistere alla s. Messa, nella chiesa di s. Nicola, la stessa chiesa di cui, fino a non molto tempo fa, la signora era un’attiva parrocchiana.
Durante l’omelia il parroco, don Gabriele Aiola, ha rivolto alla festeggiata un messaggio augurale. L’uscita di chiesa è stata salutata dal suono delle campane, dalla banda, dai tamburi e dal picchetto d’onore del corteo medievale.
Per concludere, i familiari della simpatica e arzilla vecchietta, i figli e i numerosi nipoti e pronipoti,  hanno offerto a tutti i partecipanti un rinfresco all’aperto,  su una lunga tavolata allestita per l’occasione sulla strada di casa, rinfresco che si è concluso in tarda sera, come da tradizione, col brindisi e il taglio di una maxi-torta.
Auguri, Antonina, e 100 ancora di questi giorni!

Maristella Dilettoso