Riposto / Per il 45° di don Saturnino la reliquia di S. Antonio di Padova fino al 15 marzo nella chiesa di S. Giuseppe

In occasione del 45° di sacerdozio di don Sebastiano Saturnino la comunità parrocchiale di San Giuseppe in Riposto accoglierà, da venerdì 13 a domenica 15 marzo 2015, le reliquie di Sant’Antonio di Padova, proveniente dall’omonimo Santuario di Messina.
L’arrivo del prezioso busto reliquiario in argento di Sant’Antonio di Padova avverrà alle ore 17.30 presso la villa Pantano e da lì una processione si snoderà  lungo corso Italia e via Gioeni, dove le reliquie faranno il loro ingresso all’interno della chiesa.

La chiesa di San Giuseppe
La chiesa di San Giuseppe

Alle 18.30 sarà celebrata la Liturgia eucaristica presieduta da don Mario Magro, Rettore della Basilica-Santuario di Sant’Antonio di Padova di Messina e alle 20.30 don Mario Gullo presiederà la veglia interparrocchiale animata da Gruppo Giovani Evangelizzazione Diocesano (Ged).
Sabato 14 marzo le reliquie rimarranno in chiesa, aperta per la devozione dei  fedeli verso il Santo Taumaturgo e alle 18.30 mons. Guglielmo Giombanco presiederà la solenne celebrazione eucaristica, animata dalla Schola cantorum parrocchiale.
Giorno 15 marzo, domenica, alle ore 10 dopo la benedizione del pane e la presentazione dei bambini che hanno celebrato la prima confessione, si avvierà una processione con il busto reliquiario lungo le vie Gioeni, Cialdini, Regina Elena, Circumvallazione, Gioeni e rientro in chiesa.
Alle 18.30 solenne celebrazione eucaristica vespertina presieduta da don Sebastiano Saturnino, in occasione del suo 45° anniversario di ordinazione sacerdotale. Al termine, le reliquie di Sant’Antonio di Padova lasceranno la comunità parrocchiale di San Giuseppe in Riposto per fare rientro a Messina.
“Ringrazio il Signore per l’immenso dono ricevuto – dichiara commosso don Saturnino – Dio, nella Sua infinita misericordia ha tanto amato questo umile servo e io ho ricambiato questo Suo infinito amore alle comunità che ho guidato fino a oggi”.
Entrato dopo la leva militare presso il Seminario per le vocazioni adulte di Macerata, padre Saturnino è stato viceparroco per 21 anni della Basilica di San Pietro di Riposto, dal 1971 al 1992 e dal 1992 al 2008, per 16 anni, della comunità di Macchia, che ha lasciato per trasferirsi nella parrocchia di San Giuseppe di Riposto. Auguri , don Saturnino!

Andrea Francesco Scalia