Salesiani e società / Il racconto di tre presidii odierni a Catania e Palermo ricordando la “Lettera da Roma” di don Bosco

Abbiamo ricevuto dall’Equipe dell’Ufficio di Comunicazione Sociale, dell’Ispettoria Salesiana Sicula il contributo che pubblichiamo.

 10 maggio 1884-2020 “Lettera da Roma” – Video. Si tratta di una rilettura della famosissima lettera scritta da Don Bosco, durante il suo soggiorno a Roma.

Migranti e operatori alla colonia “Don Bosco” di catania

Ancora una volta la passione educativa si fa racconto grazie all’ausilio dei nuovi mezzi di comunicazione. É disponibile il nuovo video dal titolo “Lettera da Roma | 10 maggio 1884” sul canale YouTube di “Salesiani Sicilia“.

Il contenuto digitale ricorderà il 136° anniversario della Lettera che San Giovanni Bosco scrisse da Roma nel 1884 ai suoi Salesiani e giovani per rinnovare gli affetti, la stima vicendevole e vivere a pieno il carisma salesiano, curando il clima di famiglia all’interno della propria opera educativa. Il video inizia con le parole del Santo «Miei carissimi figliuoli in Gesù Cristo vicino lontano io penso sempre a voi»  ed esprime a pieno il messaggio che tre giovani Salesiani, consacrati della nostra Ispettoria Salesiana Sicula, hanno voluto trasmettere alla nostra community e non solo. Parliamo di Orazio Moschetti, Vito Mangano e Ignazio Coniglio che, stimolati dal docente universitario di Sistema Preventivo, presso la facoltà di Filosofia dell’Ups (Università Pontificia Salesiana – Roma), si sono lanciati nel progetto di storytelling per raccontare l’azione educativo-pastorale di tre nostre opere presenti in terra siciliana, sottolineandone i tratti carismatici che le contraddistinguono. Essi hanno pensato alla regìa, alla fotografia, ma soprattutto al messaggio da condividere tramite il digitale, al fine di dar vita ad un luogo capace di abbattere le distanze e dilatare i tempi, per rivivere lo spirito di famiglia sperimentato da don Bosco, da sua madre Margherita Occhiena e dai giovani del primo oratorio di Valdocco, in Torino.

L’istituto Villa Ranchibile di Palermo

La prima opera prende il nome di Colonia don Bosco, in Catania, struttura della nostra Ispettoria affidata alla gestione dell’associazione Don Bosco 2000 e coordinata da alcuni Salesiani Cooperatori che vivono a pieno il carisma. Questa “casa”, così come è chiamata da ogni salesiano che si rispetti, accoglie da diversi anni i migranti minori non accompagnati provenienti prevalentemente dai paesi dell’Africa subsahariana, per realizzare i progetti di accoglienza e integrazione per coloro che sono alla ricerca di un futuro migliore. La seconda “casa” parla della realtà scolastica e del rapporto fra insegnanti e allievi. Il Liceo Don Bosco di Villa Ranchibile, in Palermo, è una fucina di giovani menti che maturano grazie alla professionalità del corpo docenti e alla confidenza e allegria che si respira in cortile. La terza racconta dei Salesiani presenti nel quartiere San Cristoforo, in Catania, che da oltre 70 anni promuovono una la lotta continua contro ogni genere di povertà (educativa, culturale, economica e sociale).

Il video termina con un messaggio da parte del Rettor Maggiore dei Salesiani di tutto il mondo, don Ángel Fernández Artime, che nella cappella attigua alla Basilica del Sacro Cuore (Via Marsala – Roma) esprime la profonda attualità di questo insegnamento lasciatoci da don Bosco e auspicando che ciascuno possa continuare opera educativa del Santo dei giovani, impegnando energie e competenze per salvare la gioventù povera e abbandonata.

Link del Video: https://youtu.be/fbnA9-0WvqM

Link articolo: http://insieme.sdbsicilia.org/10-maggio-1884-2020-lettera-da-roma-video/Con la presente desideriamo chiedere alle SS.LL. la pubblicazione di questa notizia nelle vostre testate giornalistiche.
Cordialmente,

Print Friendly, PDF & Email