Santa Venerina / Il garante dell’infanzia Spadafora in visita presso la casa famiglia di Linera con il tour “Diritti al futuro”

Raccontare quello che ultimamente la cronaca tace, ovvero quanto possa essere positiva una casa famiglia. È quanto si propone di fare il tour “Diritti al futuro”, l’iniziativa promossa dall’Autorità garante dell’infanzia e dell’adolescenza che farà tappa oggi, 10 marzo, a Santa Venerina presso la casa famiglia Giovanni XXIII di Linera.tour garante infanzia

Quella di Linera, si afferma in una nota dell’Autorità, è una famiglia che esce anche dai confini della casa e diventa comunità, in rete con il territorio, perché come dice un proverbio africano “per educare un bambino serve un villaggio”. A Santa Venerina sorge una delle circa 300 case famiglia dell’associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, una realtà che accoglie bambini e adolescenti con situazioni di disagio, familiare o personale e che con loro cresce, riportando la speranza di un futuro possibile.

Quella di Laura e Marco Trovato è una famiglia dentro una casa, con mamma, papà e 16 figli, tra naturali e accolti. Come Rosario, detto Rò, un bambino ricoverato al policlinico di Catania con una grave malformazione interna e con una famiglia in difficoltà, accolto nella loro casa dopo le dimissioni dall’ospedale.

L’incontro con il Garante Vincenzo Spadafora si aprirà alle 14 con uno stralcio dello spettacolo “Dov’è Pinocchio?”: una compagnia molto particolare, dove bambini, ragazzi e adulti salgono insieme sul palco superando ogni tipo di barriera fisica, sociale, etnica, generazionale. Poi ci sarà il momento delle storie, di chi vorrà raccontare la propria e di chi sarà curioso di saperne di più sul Garante e la sua attività. Per chiudere in bellezza con il buffet preparato dai ragazzi dell’Istituto penale per i minorenni di Acireale che, per l’occasione, potranno usufruire di un permesso premio.

Print Friendly, PDF & Email