Santa Venerina / Presto nascerà il Centro catechistico-pastorale, martedì conferenza stampa

A seguito degli eventi sismici del 2002, che hanno interessato il territorio delle diocesi di Acireale e di Catania – informa una nota dell’Ufficio comunicazioni sociali della Diocesi di Acireale -, la Caritas Italiana ha finanziato la realizzazione di un Centro catechistico – pastorale a Santa Venerina per le comunità parrocchiali Santa Venera e Sacro Cuore, che ricadono nella circoscrizione vescovile di Acireale, e per la comunità Santa Maria del Carmelo in Bongiardo che appartiene invece a quella di Catania. 

Negli anni seguenti al terremoto entrambe le diocesi individuarono un luogo equidistante e neutrale dalle parrocchie interessate dove realizzare tale opera, ma con la chiusura delle Casa delle Suore, Figlie della Carità (Canossiane) in Santa Venerina, risalente a qualche anno fa anno fa, si optò di destinare i finanziamenti Cei presso questa struttura già esistente, per evitare di disperdere la proprietà e di riprendere le tante attività educative e sociali che l’Istituto aveva offerto.

Per l’acquisto della casa e la realizzazione del progetto saranno impiegati circa 300.000 euro

Per illustrare lo stato dei fatti le diocesi  di Acireale e Catania indicono per martedì 17 dicembre, alle ore 10.30, nella Casa delle Suore Canossiane, sita in via Mazzini 42 in Santa Venerina, una conferenza stampa, durante la quale verrà presentato il progetto post sisma 2002 che si andrà a concretizzare a favore di tutta la collettività di Santa Venerina; si potrà, inoltre, visitare l’istituto.

Saranno presenti il sindaco di Santa Venerina, Salvatore Greco, il presidente del Consiglio comunale, Fabio Sorbello, il vicario generale della diocesi di Acireale, mons. Giovanni Mammino, il vicario generale della diocesi di Catania, mons. Salvatore Genchi, i parroci  e una rappresentanza delle Suore Figlie della Carità.