Sulla Via della Croce / Spettacolo di riflessione della Pasqua di Acireale

Sulla Via della Croce è uno spettacolo di tipo recitativo basato sulla riflessione e l’interpretazione inscenato all’interno della Cattedrale di Acireale durante il periodo della Pasqua. Creato da Rosa Barbagallo, curatrice e autrice dei testi, e da Alfio Vecchio, regista teatrale fondatore della compagnia Officina d’Arte. Lo spettacolo prende il nome direttamente dalla simbologia cristiana della Via Crucis, che racconta e descrive la scalata di Gesù Cristo del Golgota.

Ai testi inediti di Rosa Barbagallo si uniscono gli scritti di importanti e storiche figure della comunità cristiana cattolica da Jacopone da Todi a Papa Francesco. I temi sono quelli della sofferenza umana, dell’impegno umanitario, l’aiuto del prossimo e della pace in terra. L’aiuto offerto dalle donne e uomini a trasportare la croce del Gesù condannato è simbolico di come ognuno di noi porti sulle spalle un peso, una sofferenza profonda. Sulla Via della Croce propone una sintesi in forma di interpretazione drammatica di prosa che parla proprio di questo, in senso individuale e come specie.

I temi affrontati durante lo spettacolo dell’8 aprile 2022, all’interno della cattedrale di Acireale, sono una chiara manifestazione delle nostre simboliche croci come popolo della Terra. La pandemia da Covid-19, le guerre che straziano gli uomini, costretti a fuggire dalla loro terra madre, sono solo alcuni degli argomenti d’interesse.

via croce spettacolo acireale pasqua

Acireale / Sulla Via della Croce: i contenuti dello spettacolo

Nello specifico, i testi non inediti appartengono a storiche figure che hanno esposto il loro pensiero in merito all’avanzamento umanitario e ideologico della nostra specie. Altri invece hanno dato un contributo letterario più diretto. Come ad esempio Jacopone da Todi, che appare con la sua lauda drammatica Donna de Paradiso. Don Tonino Bello invece è uno dei personaggi ricorrenti, edizione dopo edizione, con il suo Panorama del Calvario. Presente anche la Preghiera per la Pace di Papa Francesco, insieme alla versione di Papa Giovanni Paolo II, che dalla loro pubblicazione sono un altro esempio di testo ricorrente. Infine, come già espresso, i testi inediti sono di creazione di Rosa Barbagallo, con l’ausilio di un testo poetico a cura di Giuseppe Vecchio.

Sulla Via della Croce non è uno spettacolo meramente recitativo però. Il Quinquies Domina Ensemble fornisce le musiche dal vivo al recital, offrendo sostegno drammatico e narrativo alle esibizioni degli attori della compagnia Officina d’Arte.

Sulla Via della Croce / La storia e le persone dietro lo spettacolo

Il recital è stato creato nel 1998 e i suoi obiettivi sono sempre rimasti saldi. I temi variano di generazione in generazione come dimostra la recente pandemia che ha colpito il mondo intero. Altre edizioni di Sulla Via della Croce sono state messe in scena anche nel 2014  e nel 2019. Dal 2014 il comitato organizzativo è rimasto pressoché lo stesso. Rosa Barbagallo alla realizzazione dei testi, Alfio Vecchio cura la regia mentre la direzione musicale è affidata a Vera Pulvirenti. Gli attori della compagnia Officina d’Arte e l’ensemble Quinquies Domina rimangono come sempre dei capisaldi dell’efficiente gruppo. L’edizione 2022 ha visto la partecipazione di figure appartenenti alla vita politica e religiosa di Acireale come il sindaco Stefano Alì e il vescovo Antonino Raspanti.

Print Friendly, PDF & Email