Tag: Libia

Libia / Un fallimento politico-diplomatico la Conferenza di Palermo

Cosa resterà della Conferenza di Palermo sulla Libia? Forse una foto, forse la consapevolezza dell’inizio di un percorso. O forse, solo il ricordo degli annunci della vigilia. Lo potrà dire con certezza solo la storia, e nello specifico le elezioni nazionali libiche che con tutta probabilità si terranno nella prossima primavera. Ma le impressioni di…

La scoperta / Giovedì a Palermo la presentazione dei 14 relitti della seconda guerra mondiale “pescati” dal belga Misson

I 14 relitti della II guerra mondiale scoperti a Tabarka in Tunisia e a Marsa El Hilal in Libia saranno presentati giovedì 15 marzo 2018 alle 17,00 presso la sede dell’Associazione Amici della Soprintendenza del Mare, all’Arsenale della Marina Regia a Palermo. Durante la conferenza, curata dall’ingegnere delle telecomunicazioni belga  Jean Pierre Misson (scopritore, assieme…

Libia / Una delegazione del Parlamento Ue a Tripoli. Panzeri: “Non chiudiamo gli occhi sulla tragedia dei migranti”

Il presidente dell’Euroassemblea, Antonio Tajani, ha dato il via libera a una missione nel Paese diviso politicamente e in balìa dei trafficanti di esseri umani. E insiste: “un piano Marshall per l’Africa”. Dal canto suo Pier Antonio Panzeri, che da anni si occupa di questa tormentata regione del pianeta, denuncia quanto accade nei centri di…

Intervento navale / L’Europa dichiara la sua “guerra” alla tratta di migranti

  Mentre segna un passo in avanti la “militarizzazione” delle iniziative contro i trafficanti di esseri umani, si registra una brusca frenata sul fronte delicatissimo della ripartizione dei profughi. Dopo il “no” di Regno Unito, Irlanda e Danimarca i dubbi e le indisponibilità di Francia e Spagna, che si aggiungono a quelli di Polonia, Ungheria,…

Il nodo della Libia / Per portare la pace ombrello Onu e multilateralismo

“Possa la Comunità internazionale trovare soluzioni pacifiche alla difficile situazione in Libia”. Questo l’auspicio espresso da Papa Francesco in Piazza San Pietro, durante l’udienza del mercoledì, dopo l’invito “a pregare per i nostri fratelli egiziani che tre giorni fa sono stati uccisi in Libia per il solo fatto di essere cristiani” e la preghiera “per…

L’avanzata dell’Isis / Cristiani in Libia, piccolissimo gregge che corre ora seri pericoli

L’Annuario pontificio indicava la presenza di 156mila cattolici nel 2010, diventati 13mila nel 2013. Ma la situazione è ulteriormente peggiorata in questi ultimi mesi a causa dell’instabilità interna. Anche il mondo della cooperazione è in ansia. Il Centro italiano per i rifugiati (Cir) sta valutando se chiudere o meno la sua sede a Tripoli, dove…

La lezione libica / Se è la guerra a occuparsi di noi… Cosa fare prima di pensare all’intervento armato

L’Isis non è ancora in grado di occuparsi dell’Italia, ma è certamente un nemico dell’Occidente. Prima di lanciarsi in un intervento armato, è indispensabile pensare bene a cosa dovrebbe servire, come realizzarlo e insieme a quali altri Stati. Ad esempio, sarebbe importante il sostegno degli Stati arabi. Si tratterebbe di guerra vera e dell’instaurazione di…

Libia, gli interessi nazionali indeboliscono la posizione Ue

  Esprimere giudizi affrettati sugli indirizzi intrapresi dall’Unione europea è, ovviamente, rischioso e in genere non porta al nocciolo delle questioni. Ma certamente si può dire, alla luce dei risultati del Consiglio Ue presentati dai leader dei 27 Stati membri e dai responsabili delle istituzioni comunitarie, che l’”Europa c’è”. E – pur tra mille difficoltà…

Il Papa all’Angelus: “Sicurezza dei cittadini prima di tutto”

  Questa mattina dopo la recita della preghiera dell’Angelus, Benedetto XVI ha voluto dedicare un pensiero alla situazione di tensione internazionale che ha portato al ricorso delle armi contro il regime di Gheddafi. Queste le parole del Papa: “Nei giorni scorsi le preoccupanti notizie che giungevano dalla Libia hanno suscitato anche in me viva trepidazione e…

Libia, quanto sangue ancora?

Il fermento del mondo arabo e nordafricano di questo periodo è certamente una straordinaria occasione di partecipazione. Ci si chiede però se l’esito di questo passaggio sarà quello dell’affermazione della democrazia o se i vuoti di potere determinati durante il cambiamento saranno occupati da nuove élite autoreferenziate e nuove dittature. Particolare preoccupazione destano i timori…