Tremestieri Etneo / Nel segno del Cammino sinodale la festa della Madonna della Pace

E’ il lunedì dopo l’Ottava di Pasqua, il 25 aprile, la festa della Madonna della Pace, Patrona e Protettrice della città di Tremestieri Etneo e titolare dell’omonima chiesa Madre.
Una festa che ritorna con trepidazione e da celebrare con particolare intensità perché il tempo che stiamo vivendo è quello della guerra in Ucraina. E forte e unanime è l’invocazione perché cessi il fuoco delle armi e la corsa agli armamenti e possa ritornare la pace tra i popoli e nel cuore degli uomini.

E’ l’augurio e il saluto di pace che Cristo, il Risorto, dà ai suoi discepoli e alle donne e agli uomini di ogni tempo. “Pace a voi”, perché la colomba della pace simbolicamente affratelli tutta l’umanità in ogni parte del mondo. Compresi quei paesi lontani dove guerra e divisioni ancora in atto portano odio e morte.
La festa della Madonna della Pace 2022 possa costituire, dunque, un’opportuna provocazione di fede e di coscienza sul valore della Pace per la vita di una comunità. E di impegno perché ogni persona possa diventare un concreto testimone di opere di pace. Un costruttore di pace credibile e non di guerra e discordie.Madonna pace

La festa della Madonna della Pace nel segno del cammino sinodale

La ripresa dei festeggiamenti esterni dopo i due anni di fermo a causa della pandemia, inizia, nel segno del cammino sinodale intrapreso dalla Chiesa. Comincia con il “pellegrinaggio”, per l’offerta dei fiori e della cera da parte delle tre comunità ecclesiali parrocchiali di Tremestieri (Centro, Piano e Immacolata), delle autorità civili e militari e delle associazioni del territorio.
Si partirà dalla chiesa della Madonna dell’Idria, sabato 23 aprile alle ore 18, per snodarsi lungo le vie del centro fino alla chiesa Madre. Qui sarà svelato il simulacro della Madonna della Pace e concelebrata la santa Messa dai tre parroci di Tremestieri.

I festeggiamenti si svolgeranno nel rispetto delle minime regole di comportamento ancora previste.  Con mascherine all’interno della chiesa e igienizzazione delle mani, limitando/evitando gli assembramenti.

Domenica 24, dopo la Messa vespertina delle ore 18, è prevista la processione del simulacro della Vergine sull’artistico fercolo per le vie del centro con l’omaggio floreale, in piazza Mazzini, da parte del sindaco Santi Rando e della Giunta, del Consiglio comunale, dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia Locale. E, al rientro in chiesa Madre, sul sagrato, la tradizionale e popolare “Cantata” alla Madonna della Pace.

Festa Madonna della Pace: l’arcivescovo Renna celebra il pontificale

Lunedì 25, giorno della festa liturgica, la celebrazione pontificale delle ore 19,30 sarà presieduta dal nuovo Pastore della Chiesa di Catania, Mons. Luigi Renna, in visita per la prima volta a Tremestieri. In presenza delle autorità civili e militari la messa sarà concelebrata dai parroci e sacerdoti di Tremestieri e del IX Vicariato.
La “Cantata” con il simulacro sul sagrato, al termine della Messa, l’atto di affidamento alla Madonna della Pace e la reposizione nella cameretta concluderanno i giorni di festa.

Il programma prevede anche un triduo di preparazione dal 20 aprile con la recita del Rosario alle ore 18,30 e poi la santa Messa.
E’ presente sulla pagina Facebook  Parrocchia Santa Maria della Pace (anche per poterne visionare i dettagli). Porta la firma,  oltre a quella del sindaco, con cui è stato condiviso, del parroco padre Gaetano Sciuto. E con l’approvazione del Vicario generale dell’arcidiocesi mons. Salvatore Genchi.

Come ogni anno nel corso dei festeggiamenti, nella giornata di domenica 24, nel Centro Raccolta Sangue dell’ADVS FIDAS, avrà luogo la “Giornata del Dono” dalle ore 7:30 alle 12. Per rafforzare i legami di amicizia e fraternità nella comunità, nel segno della solidarietà e gratuità. E per contribuire al fabbisogno di sangue e di plasma degli ospedali di Catania.

Vincenzo Caruso

Print Friendly, PDF & Email