Vangelo della domenica (22 gennaio) / Chi incontra Cristo lascia le sue sicurezze e una nuova forza guida il suo cammino

Canto al Vangelo ( Mt 4,23 )

Alleluia, alleluia. Gesù predicava il vangelo del Regno e guariva ogni sorta di infermità nel popolo. Alleluia

Vangelo ( Mt 4,12-23 )

Quando Gesù seppe che Giovanni era stato arrestato, si ritirò nella Galilea, lasciò Nàzaret e andò ad abitare a Cafàrnao, sulla riva del mare, nel territorio di Zàbulon e di Nèftali, perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta Isaìa:
«Terra di Zàbulon e terra di Nèftali,
sulla via del mare, oltre il Giordano,
Galilea delle genti!
Il popolo che abitava nelle tenebre
vide una grande luce,
per quelli che abitavano in regione e ombra di morte
una luce è sorta».
Da allora Gesù cominciò a predicare e a dire: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino».
Mentre camminava lungo il mare di Galilea, vide due fratelli, Simone, chiamato Pietro, e Andrea suo fratello, che gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. E disse loro: «Venite dietro a me, vi farò pescatori di uomini». Ed essi subito lasciarono le reti e lo seguirono. Andando oltre, vide altri due fratelli, Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni suo fratello, che nella barca, insieme a Zebedeo loro padre, riparavano le loro reti, e li chiamò. Ed essi subito lasciarono la barca e il loro padre e lo seguirono.
Gesù percorreva tutta la Galilea, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del Regno e guarendo ogni sorta di malattie e di infermità nel popolo.
Parola del Signore

Riflessione

La liturgia di questa terza domenica del Tempo Ordinario, ci presenta il racconto della chiamata dei primi apostoli. Dopo che il Battista era stato consegnato per vivere il martirio, Gesù si reca a Cafarnao, sulle rive del lago di Galilea. Cafarnao era una zona fertile e ricca di villaggi e fu il luogo dove Gesù chiamò i suoi discepoli. Gesù infatti, cominciò a predicare il Vangelo e ad invitare gli uomini alla conversione, perché il regno di Dio era vicino. Il Regno di Dio è Gesù che passa per le vie degli uomini per annunciare la Parola che risana e guarisce le infermità del corpo e dello spirito. I primi discepoli, appena Gesù li chiama a seguirlo, immediatamente lasciarono le loro reti e lo seguirono per diventare pescatori di uomini. Chi incontra il Cristo non può rimanere  nel suo luogo privato, fatto dalle sue sicurezze e dai suoi beni, ma sente l’urgenza di andare oltre i suoi luoghi ordinari per diventare annunciatore della Buona Novella “Ed essi subito lasciarono le loro reti e lo seguirono”. Gesù passa nella quotidianità di ogni uomo per trasformare il suo ordinario spesso indifferente e senza entusiasmo. Il cristiano che incontra Gesù, infatti, trova nuovo slancio e nuova forza nel gettare le sue reti e mettersi alla sequela di Gesù che lo chiama a diventare suo testimone tra gli uomini.

Letizia Franzone

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email