Vaticano / In piazza San Pietro il presepe peruviano della comunità di Huancavelica

A partire dallo scorso10 dicembre, e per tutte le festività natalizie inclusa l’Epifania, i devoti e i turisti di tutto il mondo potranno ammirare in Piazza San Pietro, a Città del Vaticano, il tradizionale presepe della comunità Chopcca di Huancavelica, regione situata nel cuore del Perù. Questa rappresentazione senza precedenti è stata scelta dal Vaticano come simbolo della cristianità per il Natale 2021 in occasione del Bicentenario dell’Indipendenza del Perù.

Si tratta di una replica in scala reale del tipico presepe huancavelicano della comunità di Chopcca realizzato da cinque artigiani esperti in iconografia huancavelicana. Attraverso questa iniziativa, il Perù porta un messaggio di speranza e di unità in un contesto di crisi globale. Con la speranza che presto ci siano le condizioni necessarie per tornare a viaggiare. Ed esplorare la ricchezza culturale, naturale e gastronomica che il Perù ha da offrire ai viaggiatori di tutto il mondo.presepe del Perù in Vaticano

“Si tratta di un’iniziativa di enorme trascendenza spirituale che ratifica le ottime relazioni con lo Stato Vaticano nel contesto del bicentenario della nostra indipendenza. – Così afferma Amora Carbajal, presidente esecutivo di PROMPERÚ. –  Questa esposizione stimolerà anche l’interesse per le popolazioni del Perù. Siamo sicuri che il mondo osserverà con maggiore attenzione il patrimonio culturale peruviano e il talento dei nostri artigiani”.

L’iniziativa è il risultato di un lavoro coordinato e trasversale tra il Governo Regionale di Huancavelica, PROMPERÚ, l’Ambasciata del Perù presso la Santa Sede, il Ministero della Cultura, il Ministero degli Affari Esteri e il Ministero del Commercio e del Turismo.

Il presepe di Huancavelica

La natività esposta è composta da più di 30 pezzi a grandezza naturale in legno maguey (agave). Pezzi modellati in fibra di vetro, gesso e tela incollata e realizzati da cinque artigiani di Huancavelica. La capanna della natività è costruita in pietra cancanlla con archi in pietra e tetto in ichu caratteristici della zona. Evoca i paesaggi della regione e colloca la sacra famiglia in una stalla con caratteristiche rustiche tipiche della campagna. E ricrea uno spaccato della natura e dell’architettura Huancavelicana ulteriormente arricchito dalla presenza di animali tipici della regione come lama, condor, alpaca, vigogne, pecore, viscacce, fenicotteri, oche andine.

Tutti i personaggi del presepe, inclusi la Vergine Maria e San Giuseppe, il bambino Gesù e i pastori  portano in dono un vitello di alpaca. Questo è animale tipico delle Ande che ha una fibra di alta qualità che il Perù esporta in tutto il mondo. Tutti indossano gli abiti tipici della comunità Chopcca. Uno degli elementi che rendono unica questa natività è l’angelo che accompagna le figure centrali. E’ l’Angelito Chopcca, che annuncia l’arrivo del bambino Gesù suonando il Wajrapuco, uno strumento a fiato tipico delle Ande, fatto con corna di mucca o di toro.

Infine, le tre figure dei Re Magi conducono dei lama, animali ancestrali simbolo del paese fin dai tempi degli Inca, portando nelle loro bisacce le migliori ricchezze del Perù. Cioè i cosiddetti super foods, prodotti organici dalle alte proprietà nutrizionali che il Perù commercializza a livello internazionale.

Print Friendly, PDF & Email