Libri / Presentata la favola di Rita Caramma “Gelsomina”, bambina che dispone del tempo

0
60

Una bambina che ha qualcosa di magico e che abita su una stella ha compreso il vero problema degli uomini: il Tempo, non più disponibile per loro, all’apparenza quasi perduto. Senza indugiare oltre, scende sulla Terra per cercarlo e restituirglielo, con un agire semplice e naturale, tipico dei più piccoli.

Si chiama Gelsomina la bimba intraprendente, protagonista della favola in rima di Rita Caramma, presentata nei locali della libreria Mondadori di Acireale. Il suo nome, che dà il titolo al libro, “Gelsomina” (Youcanprint Edizioni), appunto, richiama alla mente il fiore piccolo e profumatissimo, che inebria l’aria ad esso circostante. La bambina interagisce con le persone che incontra nel suo breve viaggio sulla Terra, “diffondendo” le sue idee chiare, affermando, ad esempio, che il suo tempo “non è contato”, lasciando intendere di esserne padrona e di poterne disporre come vuole. Alcuni oggetti le serviranno, in modo concreto, per spiegare ai suoi interlocutori i princìpi base del vivere quotidiano che non possono prescindere dagli affetti, quelli per i propri cari o per gli amici. Gli oggetti in questione, qui non svelati per mantenere intatta la curiosità al lettore, hanno acquisito un significato simbolico e nel corso della serata di presentazione sono stati alternati dall’autrice stessa con la lettura di passi del libro e con gli interventi delle attrici Rosaria Fallico, Roberta Urso e della violinista Eleonora Costarelli.

“Credo nella necessità della favola”, ha affermato la giornalista e scrittrice che si è già cimentata in questo genere letterario. Il mondo che vi si ritrova ha molto a che fare con la realtà, con le sue problematiche e necessità ma è proposto in modo immaginario, personale ed arricchito di fantasia, giacché il “diritto di sognare” appartiene a tutti.

Rita Messina   

Print Friendly, PDF & Email