Aci Sant’Antonio / Devozione per il Santo Patrono nella tela donata al Comune

Un olio su tela di due metri e mezzo per due, raffigurante i due momenti cruciali della vita di sant’Antonio Abate, patrono della città di Aci Sant’Antonio. Cioè il momento in cui lascia i beni materiali e quello in cui si dedica al lavoro e alla preghiera. Si tratta – informa una nota stampa – dell’opera d’arte donata dalla pittrice Giuseppina Mammino al Comune di Aci Sant’Antonio e ai santantonesi tutti.

Aci Sant’Antonio / Devozione per il Santo Patrono nella tela donata al Comune

La Giunta ha deliberato l’approvazione della proposta del sindaco Santo Caruso, e nella mattinata di ieri ha avuto luogo la consegna ufficiale nel palazzo Comunale,  nella stanza del primo cittadino. Con l’apposizione del quadro nel vicino corridoio si è data ai visitatori la possibilità di ammirarlo.

sindaco Caruso e pittrice Mammino
Il sindaco Caruso e l’artista Mammino con il quadro donato al Comune

L’opera è ricca di simbolismi, dai fiori, che rappresentano le preghiere, al serpente, che è immagine delle tentazioni. Ultimata nel 1995, la tela è stata esposta, in questi anni, in diversi luoghi, come il convento dei Cappuccini di Gangi.
Adesso sarà possibile ammirarla al secondo piano del Palazzo Comunale, dove campeggia subito prima della stanza del primo cittadino.

“Si tratta dell’encomiabile gesto di una artista molto nota e apprezzata, quale è Giuseppina Mammino – ha dichiarato Caruso – e sono davvero felice di questa donazione.
È un’opera nella quale l’arte si fonde con la tradizione e la devozione. E rappresenta in qualche modo l’anima della nostra cittadina, che sulle tradizioni e sugli artisti, come sulla devozione al nostro Santo Patrono, fonda parte della sua memoria”.

Print Friendly, PDF & Email