Acireale / Cosmofest, festa di integrazione e solidarietà, per valorizzare il quartiere di san Cosimo

Con la presentazione dell’evento nella  nuova chiesa parrocchiale dei Santi Cosma e Damiano è iniziato ufficialmente il countdown per il “Cosmofest. Integrazione e solidarietà” edizione 2022. Si svolgerà ad Acireale, dal 2 al 4 settembre, all’interno della cittadella parrocchiale in via Provinciale per Santa Maria Ammalati 155.

Alla presentazione sono intervenuti rappresentanti delle associazioni e degli enti di tutta la provincia di Catania che partecipano a vario titolo alla manifestazione. Poi – informa un comunicato dell’organizzazione – la presentazione degli organizzatori, appartenenti alla parrocchia Santi Cosma e Damiano e all’associazione culturale omonima. Cioè don Salvatore Cassaniti, Raimondo Vecchio, Isidoro Raciti, Mario Cannavò, Dario Liotta, e Guglielmo Paradiso, presidente della Pro Loco Acireale.

Il reverendo don Salvatore Cassaniti, ha esordito raccontando come tutto è iniziato nel 2019 con la II edizione della “Sagra della rosetta con la mortadella“, ideata per raccogliere fondi per la festa dei Santi. E come, grazie all’impegno di Raimondo Vecchio, la sagra si sia trasformata in un evento che si faceva specchio dei valori trasmessi dai tanti volontari.

Cosmofest per valorizzare il quartiere di San Cosimo

Questi hanno scelto di scendere al fianco di una comunità e di un’area periferica, come quella di “San Cosimo”, sulla quale pesa da anni il marchio di quartiere disagiato.
Mentre si tacciono i tanti pregi, tra cui quello dell’accoglienza di cui la parrocchia è il cuore pulsante.  Perchè da sempre impegnata nella lotta alla povertà educativa ed economica attraverso azioni concrete. Dalle attività culturali e sportive fino alle donazioni, asilo e assistenza, a migranti e a persone in condizioni economiche svantaggiate.Cosmofest

Una parrocchia – spiega il  sempre pronta ad accogliere e a fornire supporto di spazi e attrezzature, a chiunque sia pronto ad offrire progetti a beneficio alla collettività. Ecco dunque l’idea di trasformare da quest’anno, l’originario evento gastronomico, in una festa dedicata all’integrazione e alla solidarietà. Valori che hanno sempre guidato questa comunità parrocchiale acese.

A questa idea, premiata anche dal patrocinio dell’Assemblea Regionale Siciliana, hanno risposto prontamente gli Enti del Terzo Settore. Lo dimostra il ricco programma illustrato da Raimondo Vecchio.

Il programma del Cosmofest

Venerdì 2 settembre alle 19.30 il taglio del nastro animato dalla Miss “Venere dell’Etna” e da Lavica e Abbatazzu, due maschere storiche del carnevale acese. Alle 20 esibizione della The Folk Street Band. Per tutta la kermesse sarà possibile provare l’esperienza del “Bar 4 sensi” a cura dell’ass. 104 Orizzontale. Dalle 20.30 il pubblico assisterà ai musical a cura della compagnia “A un passo dal sogno” e all’esibizione di ballo country della Sicily Country Life. Inoltre, grazie a I salumi del Re si potranno degustare salumi d’eccellenza.

Sabato 3 settembre, alle 17.30 prove di equitazione a cura dell’ass. Cavalcuore, ed esposizione dei veicoli storici a cura del gruppo Fiat 500 Etna Club. Sempre alle 17.30, il CSI Centro Sportivo Italiano di Acireale allieterà il pubblico con i giochi popolari. Dalle 17:30 a mezzanotte, sia sabato che domenica, si potrà degustare la rosetta con la mortadella negli stand della sagra a cura de “I salumi del Re”. Inoltre il pubblico potrà visitare la mostra del giocattolo vintage e partecipare alla borsa scambio, curate da associazione Fomahaut e dall’associazione Campbell’s Bluebird. Alle 19, i protagonisti della manifestazione saranno i costumi del Carnevale di Misterbianco; alle 20, esibizione canora dell’associazione Cant’Arte, alle 21 spettacolo all’insegna dell’inclusione a cura dell’AIAS Acireale. E alle 21:30 gran concerto dei Sing-hiozzo, tribute band dei Negramaro.

Cosmofest, il programma di domenica, giornata conclusiva

Domenica 4 settembre, alle 8, vi sarà la raccolta sangue a cura dell’ass. Fratres, alle 10 e  alle 18 i fedeli potranno assistere alla Santa Messa.
Alle 11, esibizione del Gruppo volontario Cinofilo acese; dalle 17:30, oltre alla “Mostra del giocattolo vintage”, agli stand gastronomici della III ed. “Sagra della Rosetta con la mortadella”, al “Bar 4 sensi” e alle prove di equitazione della Cavalcuore, si potrà ammirare l’”Esposizione di auto e moto d’epoca”.

Alle 19 seconda sfilata dei costumi carnascialeschi di Misterbianco; alle 20:00, l’Oasi della Crescita propone musica e canti a cura dei ragazzi speciali. E alle 20:45 l’associazione Vela D’oro di Stazzo, ente organizzatore dello storica kermesse canora acese, ci farà rivivere con i loro talenti un assaggio della 35esima edizione del loro festival appena conclusosi.
Alle 21:45 spettacolo di danza a cura del Funny Club di Piedimonte Etneo. A mezzanotte gran chiusura con lo “Spettacolo pirotecnico a effetto teatrale” offerto da Pirotecnica TS.

Attività nell’area espositiva del Cosmofest

Inoltre, durante la manifestazione, si potrà visitare l’area espositiva dove verranno svolte tantissime attività. Cioè gli “Stand artigianali”; la Misericordia di Acireale presente anche con unità di soccorso; i padiglioni dell’ass. Switch on art, della Coriandolata e dello Zigo Zago Baby Parking con i loro laboratori artistici pensati anche per i più piccoli.

Amici delle Missioni che promuoverà le proprie attività in svolgimento nei paesi in via di sviluppo; Pro Loco Acireale APS – UNPLI dove sarà possibile tesserarsi o essere edotti riguardo ai progetti in corso d’opera, tra i quali quello dello Spazio Rurale Comunitario in realizzazione proprio all’interno della cittadella parrocchiale. Giocanimazione con i suoi animatori; Lega Navale di Riposto che promuoverà il velismo dedicato sia a normodotati che a diversamente abili.

Ass. Pane Amore e Tulipani che illustrerà le attività svolte dai suoi ragazzi speciali; la mostra fotografica curata dall’ass. L’impulso; la mostra dei carri allegorico-grotteschi in miniatura della Fondazione Carnevale Acireale; i maestri del Cantiere Riolo che daranno un saggio della loro arte illustrando la creazione delle macchine infiorate, specialità del Carnevale di Acireale. A questo ricco programma, che dimostra il valore della manifestazione, si affianca anche il fine benefico per cui è stata ideata. Le donazioni raccolte verranno totalmente devolute alla parrocchia per realizzare le attività.

Al termine della conferenza stampa, doverosi sono stati i ringraziamenti dedicati a  tutti coloro che fanno parte attiva dello staff. E che in questi giorni si stanno spendendo nella realizzazione della manifestazione.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email