Calcio / Focus sul Girone B dei Mondiali 2022: Inghilterra, Iran, Usa e Galles

Una sola partita ci separa dalla fine dei match del girone B di questi mondiali 2022. Come per il Girone A, passiamo meglio in rassegna le quattro le squadre in gara per il passaggio alla fase successiva. Partiamo dall’Inghilterra che, con il suo incredibile debutto, si è dimostrata fin da subito una delle squadre più temibili; gli Usa che nell’ultima partita sono riusciti a tenere testa alla nazionale inglese; l’Iran che, nonostante le coraggiose posizioni contro l’inno del regime che avrebbero potuto scatenare reazioni tali da influire sul rendimento, si sta facendo valere; il Galles, che conclude il suo girone contro la rivale inglese.

Mondiali 2022 / I “tre leoni” inglesi 

La nazionale inglese è sempre stata temuta a livello mondiale, anche dalle nazionali più forti. Nonostante il poco successo in molti tornei, è spesso arrivata quasi in fondo a tutte le competizioni cui ha partecipato. Dopotutto dobbiamo ricordare che quella inglese fa parte della piccola rosa di squadre che sono riuscite a trionfare ai mondiali grazie alla vittoria ottenuta ai mondiali del 1966. Attualmente la nazionale inglese è una tra le più forti del mondo e a confermarlo ci sono diversi risultati: il quarto posto ai mondiali in Russia del 2018, il terzo posto in Nations League nel 2019 e il secondo posto agli europei del 2020.

Nel 2022 l’Inghilterra è retrocessa dalla prima lega di Nations League: c’è chi pensa che sia l’inizio di un periodo buio. Le prime due partite del mondiale, e in particolare il 6 a 2 contro la nazionale iraniana oltre al pareggio a occhiali contro gli Usa, sembrano però dimostrare l’opposto. “I tre leoni” erano già riusciti ad ottenere il “biglietto” per il Qatar grazie alla vittoria nel loro girone di qualificazione. Le squadre che hanno dovuto affrontare in campo l’Inghilterra erano state Polonia, Albania, Ungheria, Andorra e San Marino.

mondiali 2022 Inghilterra

Mondiali 2022 / Gli inglesi più pericolosi

Il giocatore inglese più temuto è sicuramente “l’uragano” Harry Kane, centravanti del Tottenham allenato da Antonio Conte. Capocannoniere della scorsa edizione dei mondiali, è a sole due reti dal superare Rooney nella classifica dei marcatori con la nazionale inglese. Un altro giovane di grande talento è Jude Bellingham, pilastro del centrocampo del Borussia Dortmund che, a soli 19 anni, è l’unico inglese convocato in Qatar che non milita nel campionato della propria nazione. Altri giocatori molto talentuosi sono Trent Alexsander-Arnold, terzino destro del Liverpool campione d’Europa nel 2019 e Phil Foden, trequartista pupillo del Manchester City allenato da Pep Guardiola, che ha un valore di mercato che supera i 100 milioni di Euro.

Girone B / La formazione della squadra inglese ai mondiali 2022

L’allenatore dei “tre leoni” dal 2016 è Gareth Southgate. L’Inghilterra di recente ha utilizzato moduli diversi, quello usato per la prima e la seconda partita dei mondiali contro Iran e Usa è Il 4-2-3-1, che sarà probabilmente ripetuto anche per la terza partita del girone e per eventuali fasi successive del mondiale, dati i buoni risultati ottenuti. Questi sono gli uomini scesi in campo: PICKFORD a difendere la porta. MAGUIRE e STONES in difesa, TRIPPIER e SHAW sono i terzini. BELLINGHAM e RICE in mediana. MOUNT è il trequartista mentre STERLING e SAKA sono gli esterni d’attacco. “L’uragano” KANE è il centravanti. Molti ballottaggi nell’area offensiva, dove FODEN, RASHFORD e GREALISH cercheranno di prendere il posto di MOUNT, STERLING e SAKA. Un altro ballottaggio importante è quello per il ruolo di terzino destro tra TRIPPIER, ALEXANDER-ARNOLD e WALKER.

Mondiali 2022 / La squadra dell’Iran

mondiali 2022 inghilterra

La nazionale iraniana è sempre stata una tra le più forti squadre asiatiche. Gli iraniani hanno raggiunto per 6 volte la fase finale al mondiale, ma non hanno mai superato i gironi. Tre volte vincitori della Coppa d’Asia, di recente sono una presenza fissa ai quarti di finale e nell’ultima edizione sono arrivati in semifinale.

L’Iran si è qualificato alla fase finale di questo mondiale grazie al primo posto in un girone di qualificazione composto anche da Iraq, Bahrain, Hong Kong e Cambogia. Successivamente sono stati inseriti in un altro girone composto da alcuni primi e secondi dei gruppi della prima fase. Questo girone l’hanno vinto classificandosi d’avanti a Corea del Sud, Emirati Arabi, Iraq, Siria e Libano.

Mondiali 2022 / Allenatore e stelle dell’Iran

Guida di questa nazionale è l’ex allenatore del Real Madrid Carlos Queiroz, che ha guidato la squadra spagnola nel 2004. Dal 2011 al 2019 era già stato l’allenatore della nazionale Iraniana. Dopo un periodo in Colombia e in Egitto, caratterizzato da alcuni tentativi per qualificarsi ai mondiali che si sono rivelati fallimentari, è stato richiamato dall’Iran per allenare la nazionale per i mondiali. I 2 calciatori dell’Iran più conosciuti a livello europeo sono Azmoun e Taremi. Il primo è la punta del Leverkusen in Germania. Il secondo è un attaccante del Porto che quest’anno ha dimostrato le sue ottime capacità sia in campionato che in Champions League.

Girone B / I Giocatori scesi in campo per l’Iran ai mondiali 2022

L’Iran ha utilizzato contro il Galles il modulo 4-4-2 che sembra aver funzionato dato il successo per 2 a 0. Successo che rimette in discussione la qualificazione agli ottavi nonostante la pesante sconfitta per 6 a 2 contro gli inglesi. I giocatori che sono scesi in campo sono: il portiere H. HOSSEINI seguito da POURALIGANJI e M.HOSSEINI in difesa; RAZAEIAN e MOHAMMADI nel ruolo di terzini destro e sinistro; a centrocampo sono posizionati EZATOLAHI, NOOROLLAHI mentre HAJSAFI e GHOLIZADEH svolgono il ruolo di esterni di centrocampo; in attacco, AZMOUN e TAREMI. Tra i ballottaggi più accesi quelli tra GHOLIZADEH e JAHANBAKHSH, e EZATOLAHI e KARIMI.

Mondiali 2022 / La nazionale statunitense

mondiali 2022 USA

Gli Stati Uniti a livello calcistico non si sono mai distinti particolarmente. La loro nazionale è discreta ma, a livello internazionale, non si è mai ricavata un ruolo da protagonista. Ai campionati mondiali non si è mai fatta notare: il massimo risultato furono i quarti di finale raggiunti nel 2002, mentre nel 2018 la squadra non è riuscita nemmeno a qualificarsi ai mondiali.

A livello continentale, invece, la nazionale americana è molto titolata: ha vinto la CONCAF GOLD CUP (Coppa continentale per le nazionali di nord, centroamerica e caraibi) per ben 7 volte e ne è campione in carica. Gli Usa sono arrivati al mondiale grazie al 3° posto nel girone di qualificazione della CONCAF (Confederazione calcistica del Nord, Centro America e Caraibi). In questo girone vi erano anche Canada, Messico, Costa Rica, Panama, Giamaica, El Salvador e Honduras.

Mondiali 2022 / I diamanti degli Usa

Il calciatore americano più prezioso è Christian Pulisic, esterno offensivo del Chelsea con cui si è laureato campione d’Europa nel 2021 da protagonista. Un altro nome molto importante è quello di Timothy Weah, figlio del grande George Weah, vincitore del pallone d’oro nel 1995 e attualmente presidente della Liberia. Il giovane talento americano ha il duro compito di onorare l’eredità del padre e, finora, sembra promettere bene. Ne è la prova il gol segnato contro il Galles al suo debutto in un mondiale. Tra gli americani convocati, anche i due “italiani” Dest e McKennie, rispettivamente terzino destro del Milan e centrocampista della Juventus.

Girone B / Da chi è formata la nazionale degli USA ai mondiali 2022

L’allenatore della nazionale americana dal 2018 è Gregg Berhalter, che in passato ha avuto esperienze come allenatore in Svezia. Durante le prime partite gli Stati Uniti hanno ottenuto 2 pareggi contro Galles e Inghilterra. Per passare il girone, quindi, sono obbligati a vincere contro l’Iran e probabilmente scenderanno in campo con un 4-3-3.

I giocatori che scenderanno in campo sono: TURNER a proteggere la porta, mentre in difesa giocheranno ZIMMERMAN e RAEM; ad occupare i ruoli di terzino destro e sinistro saranno DEST e ROBINSON. ADAMS, MCKENNIE e MUSAH, invece, si occuperanno del centrocampo; all’ala destra e sinistra vi sono rispettivamente PULISIC e WEAH; WRIGHT, invece, viene posizionato come centravanti. Il ballottaggio più acceso è sicuramente quello tra WRIGT e SARGENT in attacco.

Mondiali 2022 / La squadra del Galles

mondiali 2022 Galles

Calcisticamente parlando, il Galles è sempre stata una tra le peggiori nazionali europee. Prima del 2016, la nazionale gallese non si era mai qualificata alla fase finale di un mondiale o di un europeo. Il Galles è riuscito a qualificarsi quest’anno dopo ben 64 anni dall’ultima partecipazione, che risale, infatti al 1958. Nel 2016, agli europei, il Galles sorprese tutti arrivando in semifinale e da quell’anno ottenne risultati discreti: un ottavo di finale all’europeo del 2020 e una promozione alla Lega A di Nations League nel 2021, che però durerà solo fino all’edizione successiva. E’ arrivato in Qatar grazie al secondo posto nel girone di qualificazione composto anche da Belgio, Repubblica Ceca, Estonia e Bielorussia. Successivamente ha dovuto affrontare, ottenendo la vittoria, l’Austria e l’Ucraina ai playoff.

Girone B / I gallesi più promettenti ai mondiali 2022

Il primo nome che salta all’occhio è sicuramente quello di Gareth Bale. Campione indiscusso, col Real Madrid ha vinto ben 5 Champions League dal 2013 al 2021. Il gallese, ormai a fine carriera, occupa la posizione di capitano per la sua nazionale. Attualmente milita nel campionato americano con i Los Angeles FC. Altri nomi importanti sono quelli di Ben Davies, difensore centrale del Tottenham e di Aaron Ramsey, centrocampista del Nizza che ha giocato anche per Arsenal e Juventus. Tra i “draghi rossi” anche Ethan Ampadu, che attualmente milita con lo Spezia nel campionato italiano.

Girone B / Qual è il modulo dei gallesi

L’allenatore del Galles è Robert Page, un tecnico giovane ma di poca esperienza. Finora ha allenato solo squadre di categorie molto scarse, come il Port Vale che gioca nella terza divisione inglese. Il Galles è sceso in campo col 3-4-3 nelle ultime due partite e probabilmente farà anche la terza partita del girone con lo stesso modulo. Sarà molto complicato per il Galles passare il girone.

La squadra, infatti, ha realizzato solo 1 punto nelle prime 2 partite e l’unico modo per passare il girone è battere l’Inghilterra e sperare in un pareggio nell’incontro tra Iran e Usa, oppure vincere contro gli inglesi con 4 gol di scarto senza dipendere così da altri risultati. Gli uomini che probabilmente scenderanno in campo contro l’Inghilterra sono: il portiere WARD coperto da MEPHAM, RODON e DAVIES in difesa; ROBERTS, RAMSEY, AMPADU e N.WILLIAMS, invece, scenderanno in centrocampo; BALE e WILSON saranno posizionati rispettivamente in ala destra e sinistra mentre MOORE si occuperà dell’attacco. Molto vivo il ballottaggio tra JAMES e WILSON.

Alessandro Lo Verdi

Print Friendly, PDF & Email