Coronavirus e solidarietà / La “San Vincenzo” di Acireale assiste 110 famiglie e intende continuare

La solidarietà non si ferma, ad ogni livello, in campo nazionale come nel territorio. Ad Acireale, tra le associazioni più attive c’è la Società di S. Vincenzo de’ Paoli che, in questo periodo di emergenza si sta impegnando per far giungere generi di prima necessità non solo ai propri assistiti, ma anche a tante altre famiglie che hanno fatto presenti le loro difficoltà economiche.

Sono stati divisi, infatti, i generi alimentari consegnati ad oltre 110 nuclei familiari per un totale di 370 unità. “Grazie alla collaborazione dei servizi sociali del Comune, della Protezione Civile e  dei volontari della Croce Rossa – sottolinea la presidente della S. Vincenzo, Adriana Vecchio – è stato possibile consegnare a tutte le famiglie un pacco spesa con i prodotti  dati del Banco Alimentare integrati con altri prodotti da noi acquistati. A ridosso della Pasqua – aggiunge la presidente – ci sono pervenuti dalla Protezione Civile e  dalla ” Fondazione Radicepura” di Giarre della uova pasquali che, sempre con la collaborazione dei volontari della Cri,  sono stati consegnati ad ogni bambino delle famiglie assistite e ai ragazzi ristretti nell’Istituto penitenziario minorile di Acireale”.

L’attività solidale della S. Vincenzo acese non si ferma di certo al periodo pasquale. “La nostra opera – conclude la Vecchio – continua, infatti; con fondi donati da alcuni amici che stimano la nostra Associazione, ci stiamo attivando a che queste famiglie possano avere ancora il nostro sostegno”.

L. V.

Print Friendly, PDF & Email