Festa di S. Sebastiano / Domani l’ottava chiude i festeggiamenti 2016. Don Rocca: “Sempre più forte il legame tra il popolo e il Santo martire”

I festeggiamenti 2016 in onore di San Sebastiano Martire ad Acireale sono ormai giunti al termine: la 12510520_1694399857441198_3961657536624828720_nconclusione, con la processione del venerato simulacro del Santo in piazza Lionardo Vigo, la benedizione con le reliquie e la chiusura della cappella, domani sera, in occasione dell’ottava delle solennità. Quest’anno, nella giornata del 20 gennaio, nonostante le proibitive condizioni meteo delle prime ore del mattino, è stata riconfermata pienamente la buona riuscita delle celebrazioni, con un’ingente partecipazione da parte dei fedeli: la grande fede ed il profondo legame con il Santo hanno spinto i numerosissimi devoti ad accompagnare il fercolo per le vie cittadine, vivendo pienamente ogni singolo istante di questa lunga ed emozionante giornata.

“La Festa di San Sebastiano del 20 gennaio 2016, la n. 445 (la prima Festa ufficialmente documentata è infatti del 1571), anche la prima del mio ministero di amministratore della Basilica, è stata vissuta dalla città di Acireale con grande partecipazione di fede e di devozione – ha commentato il can. prof. Vittorio Rocca, rettore della Basilica Collegiata San Sebastiano Martire – Ciò che davvero meraviglia è il legame tra il popolo e il suo Santo Martire. Un legame di amore, di preghiera, di sentimenti molto profondi. Sono sinceramente ammirato di cotanta devozione e lieto di aver dato il mio contributo – insieme con quello di tanti altri soggetti – per la riuscita dei solenni festeggiamenti. Sono convinto che la Basilica continuerà a fare del proprio meglio per continuare ad essere lo scrigno prezioso che custodisce il “tesoro” di Acireale: san Sebastiano!”

Oggi 26 gennaio 2016 alle ore 19.00, presso la Basilica Collegiata di San Sebastiano Martire, verrà celebrata la Santa Messa presieduta dal rev.do don Salvatore Grasso, assistente diocesano dei giovani di Azione Cattolica. In seguito, il simulacro del Santo verrà traslato dalla capella all’altare maggiore, dove rimarrà per l’intera giornata di domani. Alle ore 20.30 veglia di preghiera con i giovani, a cura dell’Azione Cattolica di Acireale. Mercoledì 27 gennaio 2016, in occasione dell’ottava dei festeggiamenti, alle ore 09.00, 10.30 e 12.00 verrà celebrata la Santa Messa. Alle ore 15.30 Santa Messa per gli ammalati e gli anziani della città, presieduta dal rev. mons. Vincenzo Lanzafame, assistente diocesano dell’UNITALSI. Alle ore 17.00 Santa Messa con la partecipazione del Corpo dei Vigili Urbani di Acireale, presieduta dal rev. mons. Guglielmo Giombanco, vicario generale e cappellano dei VV.UU. Alle ore 19.00 Solenne Messa pontificale presieduta da S.E.R. mons. Rosario Gisana, vescovo di Piazza Armerina. Infine, alle ore 20.30 processione con il venerato simulacro del Santo in piazza Lionardo Vigo, benedizione con le reliquie e chiusura della cappella.

In occasione dell’Anno Santo Giubilare della Misericordia, da oggi pomeriggio presso la Basilica sarà disponibile un inserto speciale, interamente dedicato ai festeggiamenti 2016 in onore di San Sebastiano Martire ad Acireale, all’interno de “La Voce dell’Jonio”, periodico cattolico fondato nel 1958 da Orazio Vecchio. L’iniziativa, frutto della sinergica collaborazione tra la redazione della testata giornalistica e lo staff della Basilica Collegiata di San Sebastiano, mira a proporre per la prima volta un inedito fotoracconto degli istanti più significativi dei festeggiamenti, quali: la suggestiva uscita del fercolo dalla basilica; l’arrivo alla stazione ed il ricordo della benedizione alle reclute partite per la prima guerra mondiale; l’eccezionale e significativa modifica del giro penitenziale sino al cimitero;  l’accoglienza del Santo nei diversi quartieri cittadini. Attraverso testi ed immagini il racconto della devozione verso Sebastiano, Santo di Misericordia, e delle diverse manifestazioni di questo profondo legame, tramandato tra le diverse generazioni, da padre in figlio, sin dai tempi più antichi, che ogni anno coinvolge un numero sempre più ingente di fedeli. All’interno dell’inserto speciale saranno presenti i contributi di: S. Ecc. Rev.ma Mons. Antonino Raspanti, don Vittorio Rocca, don Gaetano Pappalardo, Antonio Agostini, Nando Costarelli, Graziella De Maria, Antonella Agata Di Gregorio, Fabio Grippaldi, Ornella Panebianco, Domenico Strano.

Print Friendly, PDF & Email