Giarre / Ecco il Sicilia Hotel Spa. Quando l’imprenditoria locale è al servizio della comunità

Torna a nuova funzionalità l’Albergo Sicilia di Giarre. Il semplice nome richiama la nostra magica terra, Vista 1che non può lasciar che pensare ad un piccolo angolo di paradiso. Una struttura nuova ma con un passato radicato nella storia stessa del paese. Lo stabile, il vecchio “Albergo Sicilia”, di proprietà della Provincia Regionale di Catania, ha sempre rappresentato nell’hinterland jonico-etneo un luogo di aggregazione per la comunità che lo ha visto sede di numerosi eventi.

 “L’hotel rappresenta una grande opportunità per il territorio ionico etneo”  -spiega Rosario Salanitri, Business Strategist dell’Hotel Sicilia Spa: “Gli ospiti saranno turisti di fascia medio-alta, prevalentemente coppie e famiglie ma non solo, il target comprenderà anche uomini legati al mondo del business. Le previsioni per il primo anno auspicano un tasso di occupazione medio delle camere del 70%. Questo si tradurrà in benefici per tutto il territorio circostante grazie anche alle future sinergie con partner e fornitori della zona. La struttura sarà quindi in grado di mettere in moto un vero e proprio mercato”.

L’edificio si presenterà rinnovato, e tornerà a risplendere in chiave più lussuosa e moderna, infatti l’hotel sarà dotato di ristorante e pizzeria, per non parlare della novità più importante: la  SPA, luogo che, come ben sapevano gli antichi romani, dona sano riposo a corpo e mente, alla quale potranno accedere turisti e cittadini che vorranno dedicarsi qualche ora di benessere.

Il progetto prevede anche una piscina interna, una vasca jacuzzi, un’area trattamenti e relax con attrezzature all’avanguardia, il tutto caratterizzato da elementi di arredo in vetro e legno spazzolato.

Un edificio ricco di eccellenze che spingerà imprenditori sia esteri che dell’hinterland etneo a scegliere l’hotel come luogo per incontri lavorativi, grazie alla presenza di una sala meeting ben equipaggiata che tiene conto di tutte le necessità dei clienti business più esigenti, e fondamentale per organizzare weekend e incontri aziendali.

Questa struttura tornerà in attività anche grazie alla Provincia Regionale di Catania, che ha preferito non discostarsi dall’impiego originario dell’immobile tutelandolo dal diventare luogo adibito ad usi differenti.

Il percorso è stato tutt’altro che semplice e la fortuna di questo hotel sarà principalmente il risultato del coraggio di chi ha creduto nel progetto con fermezza e determinazione, in primis, le imprese locali che si sono occupate dei lavori di progettazione ristrutturazione, tra cui spicca Marifix S.r.l di Riposto (CT) che ha progettato e costruito accessori e arredamenti su misura, disegnati dall’arch. Ermini. Rilevante inoltre la prontezza e la disponibilità dei fornitori, delle ditte e degli artigiani locali, tutti altamente specializzati: tutti protagonisti motivati dalla volontà di dare nuova luce ad una struttura che sarà motivo di vanto per tutto il territorio.

Fondamentale per la messa in sicurezza e la progettazione degli impianti, la S.T.I.A. engeenering di Vista 8Giuseppe Castro e Leonardo Sciacca, per la realizzazione delle opere edili, Tonino Torrisi, per l’esecuzione degli impianti, l’impresa di Alfio Mangano, e Vecchio Piscine.

Il dott. architetto Antonio Ermini, progettista delle opere architettoniche, arredi e direttore dei lavori, ha spiegato che la ristrutturazione dell’hotel è avvenuta con il proposito di lasciare inalterati i volumi architettonici nel rispetto del progetto originale, elaborato negli anni 50. Infatti la sostituzione degli infissi e le nuove finiture di intonaco nel rifacimento dell’esterno hanno messo in risalto il valore storico dell’antico Albergo Sicilia, ma hanno contemporaneamente dotato il nuovo hotel di una sua propria avvincente personalità. L’ambiente esterno è stato appunto ridefinito secondo le nuove esigenze di ospitalità e concepito come un “salotto a cielo aperto”, arricchito da confortevoli aree relax arredate con divani e poltrone dalle forme minimaliste e teli ombreggianti.

La sapiente riorganizzazione di tutti gli spazi ha dato luogo a nuove e sofisticate atmosfere, spiega l’architetto Ermini.

Dalla hall, un ambiente lineare e moderno, si irradiano le ampie bianche e luminose parti comuni caratterizzate da boiserie in ebano naturale. Le camere, in cui il calore del rovere naturale spazzolato sposa la modernità del laccato, si presentano eleganti con arredi in stile contemporaneo.

Adesso sarà determinante l’efficienza del Comune di Giarre al fine di non rallentare il processo burocratico e poter ottenere le autorizzazioni per proseguire velocemente in tutte le fasi che porteranno all’apertura al pubblico della struttura.

Gli ingredienti ci sono tutti: persone capaci, un luogo caldo, accogliente, che riesce a trasmettere l’eleganza della nostra isola, uno spazio in grado di attrarre turisti provenienti da ogni parte del mondo e coccolarli come noi siciliani siamo bravi a fare, quando lo vogliamo. Le aspettative sono alte come ci si augura sarà il grado di impegno e coinvolgimento degli imprenditori.

Print Friendly, PDF & Email