Il presidente del Senato: “Più attenzione della politica verso i giovani e i loro diritti al lavoro e alla partecipazione alla vita civica”

FNG_GrassoSi è svolto a Palazzo Giustiniani – informa una nota stampa – l’incontro tra il presidente del Senato Pietro Grasso e il Forum Nazionale dei Giovani, la piattaforma nazionale in rappresentanza delle associazioni under35, che raccoglie oltre 80 associazioni e 4 milioni di giovani.
Il Forum ha ribadito alla seconda carica dello Stato le proprie priorità già espresse nel corso delle recenti consultazioni a Pierluigi Bersani e all’attuale Presidente dei Ministri Enrico Letta, illustrando le proprie linee programmatiche e chiedendo alle istituzioni un maggiore ascolto delle istanze giovanili.
Giuseppe Failla, Portavoce del FNG, commenta l’incontro: “Le proposte che portiamo avanti risultano di grande interesse per la politica in questo momento. Confidiamo nel mandato del Presidente e nell’interesse dimostrato nell’ascoltare le nostre istanze. In particolare, il nostro focus è orientato ad un maggiore accesso alla partecipazione politica da parte delle giovani generazioni anche attraverso una riforma del sistema elettorale. Fondamentali anche i temi delle Garanzie per i Giovani, il modello Europeo per l’occupazione giovanile e il riconoscimento del ruolo delle organizzazioni giovanili, quali esempio di impegno nella società. Si tratta, per noi, di manovre imprescindibili per liberare la partecipazione dei giovani alle istituzioni e sostenere l’esercizio di una cittadinanza attiva e consapevole”.
Il Presidente Grasso ha espresso attenzione e volontà di impegno sulle questioni sollevate dal Forum, ribadendo l’importanza dei giovani per il futuro del Paese: “Sono molto soddisfatto di questo incontro. Invece di dire, come si fa spesso, che i giovani sono il futuro e la speranza del paese, dovremmo prenderci la responsabilità del fatto che l’eredità lasciata ai nostri giovani è più povera di quella che ha ricevuto la mia generazione. Questo vuol dire che in questi anni non si è lavorato bene. Mi piace l’idea di poter pensare ad un Ministero del futuro, in grado di ascoltare e recepire le istanze del Paese per i prossimi anni in tema di politiche giovanili, pari opportunità e diritti. Ho ascoltato con attenzione la presentazione delle attività svolte dal FNG in questi ultimi anni e mi sono particolarmente cari i temi dell’accesso alla democrazia, la possibilità di una partecipazione attiva alla vita civica, e il diritto al lavoro per le nuove generazioni. Il mio impegno è quello di seguire da subito le iniziative che questi giovani porteranno avanti”.