Mese dell’Arte sacra / Parlano le autorità intervenute alla presentazione

0
95
mese dell'arte sacra presentazione

Con una presentazione alla stampa ha preso il via uno dei progetti che facevano parte del programma del sindaco Roberto Barbagallo per valorizzare il patrimonio artistico della città di Acireale. Il disegno prevede la dedica, per ogni mese dell’anno, ad eventi che si protraggono, più o meno, per tutto il mese. Gennaio sarà caratterizzato dall’Arte Sacra, prendendo spunto dall’evento più atteso dagli acesi e non: la festa di San Sebastiano.
A tal proposito abbiamo chiesto alle autorità intervenute di parlarci di questo evento.

Sindaco Barbagallo, ci illustri il progetto

Il “Mese dell’Arte sacra” dà il via ad un progetto che si snoderà per tutto l’anno proprio come promesso in campagna elettorale. E’ stato quasi “naturale” dedicare il mese di gennaio a San Sebastiano. Gli abitanti della città, ma anche molti dei paesi viciniori, hanno un legame quasi viscerale con il Santo e ci è sembrato logico partire da lui. L’omaggio avrà come seguito una forte attenzione alle istituzioni storico artistiche a carattere sacro di Acireale. Museo Diocesano, Pinacoteca Zelantea, Presepe Settecentesco, Basilica di San Sebastiano e lo stesso Palazzo comunale saranno i luoghi di questi eventi. Vogliamo che partecipi chiunque lo desideri. Ma desideriamo, soprattutto, che gli acesi riscoprano e si innamorino di tutto ciò che l’abitudine e la distrazione quotidiana non fa vedere. Sarà un viaggio comune tra arte e fede.depliant mese dell'arte sacra

All’assessore alla Cultura Enzo Di Mauro abbiamo chiesto: chi provvederà ad erudire i cittadini che parteciperanno a questi eventi?

La nostra città, fortunatamente, è ricca di fermenti culturali e di associazioni che si occupano delle varie branche della cultura. Abbiamo pensato di rivolgerci direttamente a loro e di assegnare a ciascuno una parte di territorio. Avremo l’impegno della “Stoa Sicula”, del “Fai” gruppo di Acireale, dell’Accademia degli Zelanti, dell’associazione “Cento Campanili”, del “Club per l’Unesco” di Acireale e dell’associazione “Presepe Settecentesco”.

Inoltre assisteremo a quattro incontri di notevole prestigio. Interverranno, per ogni serata, lo storico e critico d’arte Vittorio Sgarbi, lo studioso prof. Alfonso Sciacca, don Antonio Agostini. Un’altra serata sarà dedicata invece all’influsso che il Santo ha avuto nel tempo. Interverranno: Saro Bella, Fabio Grippaldi, Marcello Trovato e Antonio Trovato. Sarà un mese eccezionale per la nostra città date le notevoli opere ad indirizzo sacro presenti nel nostro territorio.

Michele Greco, Roberto Barbagallo e vescovo Raspanti
Il presidente del consiglio comunale Michele Greco, il sindaco Roberto Barbagallo e il vescovo Antonino Raspanti
Per realizzare questo progetto il Comune si è avvalso anche della partecipazione dei membri della nostra Chiesa. Per questo abbiamo interpellato il vescovo mons. Antonino Raspanti.

Eccellenza ci parli del progetto che state realizzando assieme al Comune.

Qualche mese fa il sindaco Barbagallo mi parlò di questo lavoro chiedendomi la collaborazione che accettai con entusiasmo. Ho subito pensato che fosse una felice occasione per la divulgazione della fede attraverso l’arte di cui la Chiesa si onora di essere grande protagonista. La spiritualità è strettamente legata sia all’arte che alla tradizione e, naturalmente, all’architettura: la storia della Chiesa non può prescindere dall’arte a cui è strettamente collegata. Per l’occasione, cercando di dare anche ai turisti la possibilità di visitare le nostre strutture religiose ed i capolavori che esse contengono, le chiese rimarranno aperte.

 Mariella Di Mauro

 

 

Print Friendly, PDF & Email