Scuola / Concorso “Come sogno la mia città”. Gli studenti di Acireale potranno presentare progetti e poi (forse) vederli realizzati

Nella sala conferenze dell’associazione Costarelli di Acireale è stata presentata un’interessante iniziativa rivolta agli studenti dei licei, scuole medie ed anche alle ultime due classi della scuola elementare, dal titolo “Come sogno la mia città. Cosa cambiare cosa migliorare”.
Organizzato dall’associazione ANCRI, che aggrega i cavalieri al merito della Repubblica, il coordinamento provinciale del Consiglio Comunale dei Ragazzi, in collaborazione con l’istituto san Luigi, con  l’associazione Costarelli e l’”Agriturismo Marino” di Giardini Naxos, promuove questa riflessione rivolta agli studenti ma che, inevitabilmente, coinvolgerà anche le famiglie dei giovani alunni che parteciperanno al concorso.
Offrire ai ragazzi la possibilità di esprimere le proprie idee sul futuro di Acireale con l’obiettivo di vedere poi  realizzato il progetto proposto, può essere uno stimolo per un confronto tra generazioni, l’occasione per creare un  dialogo e aprire una ipotetica finestra  a nuove idee e sogni.
I progetti verranno proposti alla nuova dirigenza amministrativa che, nell’arco di un ragionevole tempo, potrà realizzarli o mettere al corrente i promotori delle difficoltà o impossibilità a realizzarli. Gli elaborati potranno essere presentati anche sotto forma di lettera al nuovo sindaco corredati da videoclip o fotografie.
Promotore ed ideatore del progetto il dottore Mario Bevacqua, past president della Federazione mondiale agenti di viaggio, con la coordinazione  del preside Giuseppe Adernò. La presentazione, oltre alla loro presenza, ha avuto anche il contributo del presidente dell’associazione Costarelli avv. Mario Di Prima. Presente tra il pubblico anche il dottore Salvatore Scalia, commissario del comune di Acireale, la preside dell’istituto San Luigi professoressa Antonella Il Grande e numerosi giornalisti. Una commissione esaminerà i lavori scolastici pervenuti e il premio, per le scuole che avranno inviato il maggior numero di contributi di idee, sarà una gita archeologica a Giardini Naxos, con l’accompagnamento della soprintendente al parco archeologico messinese Vera Greco. I ragazzi poi avranno modo di visitare l’agriturismo “Marino” per gustare i prodotti tipici della nostra terra.  Il premio per l’alunno vincitore del concorso sarà un soggiorno di tre giorni, anche per la sua famiglia, nella struttura agrituristica.
Il preside Adernò ha sottolineato l’importanza del coinvolgimento nel progetto del consiglio comunale dei ragazzi, ricordando il 60° anniversario dell’insegnamento scolastico dell’educazione civica, oggi denominata “Cittadinanza e costituzione”.
C’è da augurarsi che progetti come questo possano dare alle nuove generazioni voglia e voce per esprimere concretamente  idee e desideri per il loro domani da protagonisti come cittadini adulti.

Gabriella Puleo

Print Friendly, PDF & Email